Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Yorion TemurShift

Autore ReFlax
il 27-05-2020

Condividi questo Post

Bentrovati a tutti quelli che hanno il coraggio di leggere un mio articolo sul modern! E’ la mia primissima volta su questo formato e sinceramente non ho sinceramente idea di come andrà a finire.

Fatte le giuste premesse per scoraggiare ancora qualcun’ altro andiamo oltre.

IL MODERN

Parto parlando un secondo del formato. Devo ammettere che erano almeno quattro mesi che non lo giocavo: lo stato del meta mi sembrava troppo “Urza-centrico” con mazzi che ruotavano intorno al secondo drop a 4 quattro più forte del formato da sempre (e si, il più forte di sempre è Splinter Twin) o che cercavano di utilizzare con successo strategie anti-urza. Sbagliavo? Forse, ma questa mia convinzione mi aveva portato ad allontanarmi dal formato. Fino a oggi.

I companion hanno rivoluzionato tutto Magic e sicuramente il modern è stato toccato da questi stravolgimenti. Lutri si è impost…ah no?! Peccato, beh comunque da buon giocatore di standard e pioneer avevo ben presente i disastri che Lurrus e Yorion – ma anche Obosh e Gyruda in realtà – potevano fare quindi ho deciso di allargare leggermente il mio pool di carte e tornare a quello che amo definire “il legacy di domani, ma più già oggi in realtà”.

Ho perlustrato un pò qualche sito di riferimento per le liste del momento (tra l’ altro sul nostro sito potete trovarne ogni giorno di nuove) e ho notato che, come era ovvio aspettarsi, le strategie aggressive Lurrus-based spopolano e gli altri companion arrancano un pochino (tranne Jegantha, lui spadroneggia a prescindere) ma poi la folgorazione: Yorion Temurshift, la scelta di Nassif, di Mengucci e di chi amava giocare combo-control. Perfetto, proviamolo.

DECKLIST

Questa è la lista che ho giocato più volte e che mi ha fatto portare a casa degli ottimi risultati su MtgO:

COMPANION

Yorion, Sky Nomad 

MAINDECK

Wrenn and Six

Ice-Fang Coatl

Uro, Titan of Nature’s Wrath

Scapeshift

Search for Tomorrow

Cryptic Command

Growth Spiral

Izzet Charm

Lightning Bolt

Remand

Arcum’s Astrolabe

Abundant Growth

Breeding Pool

Cavern of Souls

Ketria Triome

Misty Rainforest

Mystic Sanctuary

Prismatic Vista

Scalding Tarn

Snow-Covered Forest

Snow-Covered Island

Snow-Covered Mountain

Steam Vents

Stomping Ground

Valakut, the Molten Pinnacle

Wooded Footh

SIDEBOARD

Aether Gust

Anger of the Gods

Flame Slash

Mystical Dispute

Veil of Summer

Weather the Storm

Qui già mi sento la lacrimuccia sulla guancia. Sembra di tornare a giocare al periodo subito successivo al ban di Splinter Twin dove moltissimi giocatori di quel mazzo – tra i quali anche io – si sono trovati a dover cercare una nuova casa e sono arrivati ai piedi di Valakut, the Molten Pinnacle. La strategia di base del mazzo la avevo già presente e dopo due o tre league col mazzo – dove nonostante non conoscessi il formato sono sempre andato in positivo – mi sono lanciato nella registrazione del video che potete trovare qui (dove peraltro potete trovare una perla degna del peggior giocatore di Scapeshift di sempre).

IL MAZZO NEL META & GAMEPLAN

Al momento il meta modern si sta ancora stabilizzando seppure la sua natura aggressiva sia abbastanza chiara. La nostra combo è – da sempre – la meno card-intensive del formato dato che ci bastano sette terre e una carta e questo ci permette di adattare il nostro gameplan alla situazione: possiamo giocare da control in maniera molto safe facendo terminare le opzioni al nostro avversario e poi vincere anche solo di value con Uro e Yorion oppure aumentare il ritmo e cercare di chiudere la nostra combo nel minor tempo possibile. Insomma, siamo i big-brain player della partita quasi sempre. Cosa significa? Molto semplice, se sbagliamo perdiamo. Quando scegliamo una linea dobbiamo mantenerla e seguirla fin dove possibile. Per questo credo onestamente che il mazzo si posizioni fra i tier1 del formato ma solo dopo che noi abbiamo capito come intuire in fretta il nostro ruolo nelle partite.

VS AGGRO

Le partenze esplosive dei prowess deck sono -per tutti – un problema, ma a parte quelle possiamo gestire ogni scenario. Ho veramente più paura di incontrare una strategia burn più classica basata sull’ odiosissimo “Sul passo tre a te, stappo, terra, Boros charm, Lava Spike, vinco”. Possiamo gestire i primi turni con un paio di removal giusti per poi bloccare con le nostre amatissime Ice-Fang Coatl e gli imprescindibili Uro! Non dico che sia sempre facile, anzi, è un match-up da giocare molto bene e senza prendere danni inutili (e in questo Arcuum’s Astrolabe e Abundanth Growth sono miracolosi) ma si può portare a casa.

VS CONTROL

I control deck esistono ma non sono così presenti. Yorion non ha avuto un impatto così forte sulle strategie UWx come in altri formati e Kaheera e Zirda non reggono il passo con gli altri companion quindi non me ne preoccuperei troppo. Se dovessimo trovarcene contro comunque abbiamo vereamente un sacco di angoli di attacco per poterlo colpire. Facciamo tendenzialmente più vantaggio carte del nostro avversario, partiamo sempre con un 4/5 volare pronto per esser lanciato, abbiamo Uro e la nostra combo. Insomma, possiamo giocarcela senza troppi problemi. Certo, poi la lista di AspiringSpike di UW Counterbalance con Kaheera come companion è la cosa più bella vista da anni a questa parte, ma è un’ altro paio di maniche! Come volete un video?! Ah ok, se lo chiedete voi!

VS COMBO

Gli altri combo non sono rappresentatissimi: in un meta di mazzi aggro a base rossa o rosso/nera posso capire. Solamente Ad Nauseam è giocato in questo momento, ma sta comunque perdendo in percentuale di presenza. Per noi questo particolare match-up è orribile. Lui gioca una combo instant e ben quattro Angel’s Grace che rendono inutile la nostra. Il “piano B” Uro rimane molto solido ma dobbiamo incastrare almeno un paio di counterspell al momento giusto per portarla a casa. 

Se poi voleste trovare qualche altra opinione sui combo del formato allora qui trovate un fantastico articolo del nostro Andrea Piemonti (PieGonti su Mtgo e Twitch)

80 CARTE IN UN COMBO

Eh si, io che amavo giocare storm mi sono sentito strano nel giocare un mazzo combo con 20 carte più del “normale” e mi sono posto la seguente domanda: “perchè diluire un mazzo lineare per un 4/5 volare?”. La risposta è che sbagliavo concettualmente. Non stiamo giocando un combo lineare e con un solo modo di vincere. Yorion ci da la fantastica possibilità di essere la nostra scusa per dire “eh, la giocherei, ma cosa taglio?!” NIENTE! Non fossiliziamoci su scapeshift ma cerchiamo di capire qualche sia il modo migliore di portare a casa la partita.

TIP&TRICKS

Nonostante abbia fatto solamente una trentina di partite col mazzo e mi sia visto sfuggire in TUTTE le league che ho chiuso il 5-0 per piccolezze o mulligan aggressivi mi sento di poter portare qualche consiglio.

1. Studiatevi la lista e contate bene: la combo di Scapeshift è semplice, basta avere l’ opponent a 18 vite e 7 terre in campo. Si ma perchè? Fatevi questa domanda, rispondetevi correttamente e poi vedete di non calcolare BENE il numero di montagne che avete nel mazzo e non avrete problemi a proporre danni letali con Valakut.

2. Guardate che Companion gioca il vostro avversario prima di tenere. Si beh, è un consiglio abbastanza generale ma su un mazzo da ottanta carte, per quanta affinità possiate avere col mazzo. Se il nostro avversario gioca Obosh e la vostra mano non è forte come lo sarebbe con un bolt turno uno su un suo Arbor Elf allora mulligate. Con 80 carte nel mazzo non fate come Yu-gi e non credete nel cuore delle carte.

3. Imparate i pattern del mazzo. Ebbene si: il mazzo si presta a essere imparato, quasi, a memoria. Non stiamo prendendo in mano il deck più veloce del mondo e quindi – soprattutto su Mtgo – il tempo è un problema da non sottovalutare, dobbiamo valutare moltissime situazioni durante le nostre prime partite ma cerchiamo di assorbire il più possibile da queste esperienze per non perdere tempo nei game successivi.

Questo è quanto ragazzi, io sono solamente un Giocatore Medio e il modern non è il mio primo formato ma se volete divertirvi e giocare un mazzo che vi richieda attenzione e giocate precise queste 95 carte fanno per voi!



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline