Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Report WAM Winner by Samuele Gallinari

Autore Gamuele1996
il 17-04-2020

Condividi questo Post

Ciao a tutti, sono Samuele Gallinari, oggi vorrei raccontarvi della mia vittoria al torneo WAM organizzato da “Le Fiamme di Pompei” in collaborazione niente meno che con la Wizards, o per i più nostalgici, con “Mamma Wiz”.

Grazie a questa vittoria ho portato a casa niente meno che una Tundra e una qualificazione alla finale del circuito che si svolgerà a fine Aprile e prevede una griglia premi da urlo.

Mi sono divertito veramente tanto e ringrazio moltissimo lo staff delle Fiamme per essere riuscito a organizzare un evento così pazzesco anche in un momento del genere.

Il torneo, formato Standard, si è svolto il 29 Aprile su Arena e ai blocchi di partenza ci siamo presentati in 55, fra i quali molti hanno optato per Sultai e Bant, seguiti a ruota da Rakdos.

Io per l’occasione ho schierato in campo la mia squadra preferita, andando sul sicuro con il mio beneamato Rakdos Kroxa con cui avevo già una buona esperienza data dalle numerose leghe giocate su Magic Online.

Decklist:
Caludron Familiar
Mayehm Devil
Midnight Reaper
Mire Triton
Priest Of Forgotten Gods
Woe Strider 
Claim the Firstborn
Tymmaret Calls The Dead
Witch’s Oven
Blood Crypt
Castle Lochtwain
Temple Of Malice
Mountain
Fabled Passage
Swamp
Sideboard:
Agonizing Remorse
Embereth Shieldbraker
Pharika’s Libation
Redcap Melee
Scorching Dragonfire
Act Of Treason

Ricevo molte domande inerenti al mio precedente articolo su BR, quindi colgo l’occasione per presentare qualche spunto di riflessione in più sul mazzo e aggiungere qualche ulteriore consiglio su come giocare in determinate situazioni.

Ora vorrei aprire una piccola polemica per futili motivi ma ci tengo a esprimere la mia opinione: personalmente odio i report.

Non fraintendetemi, non li odio per davvero, semplicemente non mi piace il fatto che spesso e volentieri si riducano a delle descrizioni a mio avviso noiose di ogni singolo game di ogni singolo match.

Mi piacerebbe leggere qualcosa di un po’ più personale, vorrei qualche commento a caldo, qualcosa che mi rimanga impresso su giocate particolari, non trovo così essenziale sentirmi raccontare di avversari che al topdeck pescano terra o che mulligano a 5.

Chiusa questa polemica mi addentro nel mio personale format, ossia i top 10 highlights e riflessioni della mia vittoria, includo anche un piccolo “test” per divertirci un po’:

1.      Il metagame è completamente cambiato: mono red è stato mangiato da bant, cosa negativa per noi, anche se bant è comunque un buon match up, temur reclamation sembra essere meno popolare, cosa molto positiva, anche fires sembra apparire in minor numero di copie. La moda del momento sono sultai e bant, che hanno preso una fetta di metagame veramente impressionante. Sono match up positivi, senza essere eclatanti. Ultimamente sto giocando una Noxious Grasp di side a discapito di un Embereth. La conclusione di questo discorso è che, purtroppo o per fortuna, mentre prima vi erano mono red e temur adventures che ci regalavano vittorie rapide e indolori e fires e reclamation che ci regalavano sconfitte altrettanto rapide e indolori, ora le partite sono tiratissime ed è necessario imparare a giocare il mazzo alla perfezione per non perdere punti in late game.

2.      Ho giocato 9 partite, vinte 8 e pareggiata una intenzionalmente. I mu giocati sono stati 5 bant, 2 sultai e 2 fires, cosa che nuovamente mi induce a rasserenare i giocatori di rakdos che si lamentano di non aver mai vinto da fires. Sono onesto nel dire che ci voglia un po’ di fortuna per vincere, ma con 4 agonizing remorse di side non sarei così pessimista.

3.      In finale il mio avversario ha missclickato e ha scartato una Shatter the sky per via dell’abilità di Kroxa. Con quella wratta probabilmente avrei perso. Questo non lo dico per schernire il mio avversario, che per altro ha giocato benissimo tutto il resto della partita, lo dico solamente per evidenziare come effettivamente giocare online aggiunga un po’ di pepe alle partite dovuto alla possibilità dell’errore umano. Non vi dico che tristezza la prima partita, quando non ero ancora molto pratico di arena, nel vedere il mio Kroxa morire senza riuscire a sacrificarlo di Priest in risposta all’abilità di sacrificarlo.

4.      In semifinale ho vinto perché il mio avversario ha scelto di giocare Aether gust sul target del mio claim invece che su claim stesso, non rendendosi conto che avrei potuto sacrificare tutto il board, attaccare con tutto e avere esattamente danni letali. Ora, chiaramente, ancora una volta non dico questo per evidenziare una giocata non corretta di un giocatore che si è dimostrato molto bravo, dico questo per esortare i giocatori di Rakdos a fare un milione di partite col mazzo per imparare a contare velocemente. E’ fondamentale contare in anticipo quanti danni faremmo con un’eventuale pescata di diavolo, sfruttate il turno dell’avversario per spremervi le meningi e contare tutto il possibile e immaginabile, perché vi è una differenza enorme fra giocare lento e giocare veloce. Perdere 30 secondi prima di fare una giocata darà il tempo all’avversario di accorgersi che avete danni letali, cosa che non vogliamo assolutamente che accada! La matematica del mazzo è complessa, sfruttate il fatto che gli avversari probabilmente non hanno la stessa dimestichezza che avete voi nel calcolo delle trigger di diavolo per sorprenderli con danni letali out of nowhere.

5.      Contro sultai sido out un paio di diavoli quando sono on the draw: muore un po’ da tutto e mi piace molto act of treason per rubare Cavalier of Thorns. Sido out anche una terra spesso e volentieri quando sono on the draw.

6.      Ho vinto una partita contro fires perché il mio avversario aveva giù fires e kenrith ed ero morto pressochè da qualsiasi cosa ma ho scelto di non giocare intorno a niente e attaccare sempre e comunque con tutto 2 turni di fila. Questo mi porta a riflettere su un atteggiamento che odio: penso che a volte alcune persone perdano delle partite perché, per paura di subire una sconfitta durissima scelgono di perdere lentamente e con più onore. Questo, dal mio punto di vista non ha il minimo senso. Mi spiego meglio: a volte è meglio inventarsi una linea di gioco che può vincere se l’avversario è estremamente sfortunato, come attaccare con tutto e sperare che in cima al mazzo dell’altro ci siano 2 terre, piuttosto che giocare in maniera conservativa per prolungare una partita in cui siamo già in svantaggio e abbiamo pochissime probabilità di recuperare. Capisco che se non lascio Kroxa a bloccare Kenrit e l’avversario pesca cavaliere rosso prendiamo 200 danni e perdiamo con poca dignità, ma non c’è differenza tra perdere a 0 punti vita e perdere a -150. Poi, sicuramente, io pecco del discorso contrario, ossia che a volte perdo perché forzo troppo la giocata in situazioni dove una mossa più conservativa mi avrebbe fatto vincere, ma non capisco proprio chi si dà per morto e non gioca per i propri improbabilissimi out. Per portare un esempio un po’ surreale di una cosa accaduta veramente, una volta in modern ho vinto perché ho fatto thoughtseize e non avevo nulla on board, tranne una rimozione per la creatura del mio avversario, che rivela 2 Collected Company e Spell Queller. In quella situazione avrei potuto tranquillamente concedere, ma ho pensato che se avessi tolto Queller e il mio avversario avesse pescato la quinta terra avrebbe probabilmente fatto company main phase per trovare dei lord e attaccarmi, non avendo queller da tenere open. A quel punto avrei fatto removal in risposta e se collected gira 6 terre posso pescare liliana e fargli scartare l’altra company per vincere. Lo so che è tra le cose più improbabili che abbiate mai sentito ma, tralasciando la fortuna surreale che ho avuto, è successo esattamente così e ho vinto per davvero. Non datevi mai per sconfitti finchè non siete a 0!!!

7.      Una partita ho vinto stappando la mia stessa priest con claim dopo averla utilizzata una volta, non mi era mai successo prima e onestamente ci ho anche messo qualche secondo a capire che potevo fare quella giocata.

8.      In semifinale game 1 ho tenuto on the play con 2 terre, di cui una scryland. Ho pescato 4 drop a 3 di fila e ho concesso. Per come era strutturato il torneo, dovevo arrivare almeno secondo per ottenere l’invito alla finale del circuito, di conseguenza perdere game 1 della semifinale in questo modo è stato molto frustrante. E’ difficile da fare, ma bisogna cercare di non provare emozioni quando si gioca, rimanere di pietra e pensare solo alla giocata migliore, a fine partita potete scaricare la tensione come volete, ma durante il match ogni tipo di reazione emotiva può solo penalizzarvi, caricatevi di sano agonismo e basta, la frustrazione di non pescare terra non ci aiuta a vincere in nessun modo.

9.      Contro Bant avevo letali on board grazie al mio claim, il mio avversario passa il turno e ho un po’ di scry di woe strider. In questo frangente è importante rimanere concentrati e pensare a cosa effettivamente stiamo cercando con gli scry. Pur avendo letali on board potrebbe esserci aether gust a scombinare i piani, quindi ci vuole o midnight reaper per poter ripescare claim dopo gust, oppure un altro claim, oppure castle lochtwain. Così come è importante rimanere concentrati in situazioni disperate, è altrettanto importante non abbassare mai la guardia in estremo vantaggio.

10.   Lascio per ultimo il mio “test”: vorrei discutere di una partita che ho giocato per provare un po’ a spiegare le mie linee di gioco e come credo sia opportuno approcciare un game per nulla semplice. Non sbirciate provate a pensare a cosa fareste ogni volta che pongo una domanda, così possiamo ragionare insieme. Siamo on the play per game 3 contro bant, teniamo a 7 e l’avversario mulliga a 6. La nostra mano è Palude, Palude, Montagna, Gatto, forno, strider, remorse. Cosa fate di primo? Io sono sicurissimo di voler fare forno. Il mazzo non è così aggro come può sembrare, è più importante incastrare bene le spell piuttosto che massimizzare l’aggressività. Giocare gatto di primo ci obbliga a giocare forno di secondo perché qualora facessimo remorse e l’avversario avesse decree saremmo obbligati a scartarlo quando magari preferiremmo scartare altro e, nel contempo, non poter giocare remorse di secondo o poterlo giocare ma avere una scelta obbligata è troppo debole come mossa. Forno ci protegge da decree tutta la partita e ci lascia più scelte per il secondo turno. Bene, il nostro avversario gioca scryland, scrya bottom e passa. Noi peschiamo Priest. Che si fa? Gatto, priest o remorse? Sperando che nessuno abbia pensato di fare gatto, giocata a mio avviso pessima che ci farebbe perdere un mana per nulla, io giocherei remorse sopra a priest anche se può sembrare un po’ controintuitivo. Priest è troppo forte, è la nostra assicurazione sulla partita, non voglio esporla a decree, preferisco giocare remorse per poter poi fare priest + cat il turno dopo ed essere sicuro di stappare con priest in gioco a meno di topdeck o di mani con doppio decree. Giungiamo ora all’ultima parte del quiz: gioco remorse e l’avversario rivela 4 terre, Shatter the Sky e Growth Spiral. La domanda è: con quale velocità togliete Shatter? La mia risposta è che credo che togliere shatter sia invece un errore. Preferisco giocare intorno a wratta tutta la partita piuttosto che permettere all’avversario di rampare e avere pescate ignote da gestire. Togliendo spiral c’è una buona probabilità che l’avversario giochi terra e passi, a quel punto noi giochiamo priest e gatto, lui giocherà terra e passerà e noi potremo fare woe strider da sacrificare con priest in risposta a shatter, stappando con uno strider al cimitero, la combo di gatto e forno in gioco e un sacco di nuove pescate con cui portarci in una posizione di vantaggio. Questo scenario mi rende piuttosto tranquillo sulla vittoria della partita. Scartare shatter mi mette invece in una posizione di incertezza molto maggiore. Vi sono più combinazioni pericolose, come ad esempio spiral into uro + devout decree into dream trawler di quarto e siamo alla frutta.

Ringrazio tutti per l’attenzione, ci vediamo alla finale!!!



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline