Ne avevamo parlato in occasione di Halloween ma il nostro sondaggio ha confermato la sua popolarità anche a mesi di distanza: Reaper King, il re del campo di zucche, lo spaventapasseri per eccellenza, ha meritato l’attenzione dei commanderisti.

Reaper King
Bimbi e bimbe di ogni età, ecco qualcosa che vi causerà qualche brivido ogni volta che passerete vicino a un campo coltivato.

Va detto che Reaper King grida Commander ai quattro (anzi cinque) venti: pentacolor, con un tipo di creatura che ha visto una discreta diffusione e due abilità perfette per il Tribal. Come sempre, vediamo i suoi punti di forza e quelli problematici.

Pro
– Versatilità: Cinque colori per un Tribal di questo tipo sono l’ideale e il comandante è abbastanza generico da permettere uno sviluppo in qualsiasi direzione.
– Innescabilità: Pari a quella di una tanica di benzina sotto il sole di luglio. Siamo nel campo del puro ETB e, con i giusti accorgimenti, un singolo spaventapasseri può avere un effetto devastante sulla strategia avversaria.
– Praticità: La strategia di questo mazzo si riduce a “gioca tutti gli spaventapasseri che puoi”. Non ne avete abbastanza? Ci sono i mutaforma con changeling. Volete distruggere più permanenti? Andate di blink. Volete distruggerne ancora di più e lasciare un cratere fumante sul campo di battaglia? Moltiplicate gli effetti ETB.

Contro
– Costo: Ci sono diversi modi per pagare il costo di Reaper King ma rimane il fatto che si ondegga fra 5 e 10 mana. Assicuratevi di avere ramp e rocks a sufficienza.
– Dipendenza: Il mazzo ruota intorno al comandante quindi, se per qualche motivo non riuscite a tenerlo sul campo, sarà difficile aggirare il problema con una strategia di riserva.

Gli indispensabili
È fondamentale organizzare la sinergia per quanto riguarda le abilità innescate, quindi munitevi di Panharmonicon, Eerie Interlude, Ghostly Flicker, Molten Echoes e Flameshade Conjuring.

Anche moltiplicare il vostro comandante è una buona idea, visto che rigiocarlo quando la partita è già avanzata potrebbe essere un grosso intralcio: via libera quindi a Helm of the Host e Spark Double.


Per entrambi i motivi appena elencati, Rite of Replication è un’altra scelta obbligata, così come Altar of the Brood.


Il resto del mazzo dovrà basarsi su due caratteristiche di Reaper King: artefatti e spaventapasseri. Padeem, Consul of Innovation e Leonin Abunas forniscono una buona protezione, poi vi occorrerà qualcosa per abbassare i costi come Etherium Sculptor. Oltre agli spaventapasseri potete aggiungere, come già accennato, i mutaforma con changeling così da ampliare la vostra gamma di creature.

Budget base

La maggior parte degli spaventapasseri e dei mutaforma che costituiscono l’ossatura del vostro mazzo non costano molto: fra i secondi sento di consigliare Realmwalker e Mirror Entity in particolare.

Vista l’abbondanza di creature artefatto, Scarecrone vi permette di recuperarle dal cimitero e riportarle direttamente sul campo di battaglia, il che è ottimo per un mazzo che sfrutta gli effetti ETB.

Non vi consiglio di utilizzare Orvar, the All-Form perché, pur essendo un comandante molto valido, la quantità di istantanei e stregonerie richieste per farlo funzionare toglierebbe spazio a sinergie più dirette. Per ottenere un risultato simile, vi conviene invece giocare Reflections of Littjara e Progenitor Mimic.

Budget medio

Come già accennato, questo mazzo ha una struttura piuttosto semplice, quindi un incremento del budget si orienterà inevitabilmente sulle carte volte a potenziare il Tribal: Icon of Ancestry e Herald’s Horn, naturalmente, ma anche i Kindred meno costosi.

Inoltre potete approfittare di Lithoform Engine per le abilità innescate e Forsaken Monument per ridurre il costo delle magie incolori che costituiranno una buona percentuale del mazzo. Anche Tezzeret, Master of the Bridge consente delle buone interazioni con tutte le sue abilità.

Inoltre, Unwinding Clock consente una buona sinergia con i vari spaventapasseri.

Siccome avete bisogno di bersagliare e distruggere permanenti, Shadowspear è un’ottima aggiunta per aggirare le protezioni.

Budget alto

Per cominciare, rimpiazzate i Kindred meno efficaci con Kindred Dominance, Kindred Summons e Kindred Discovery.

Per abbattere i costi (di mana, non per il portafogli), Morophon, the Boundless e Urza’s Incubator sono estremamente utili, anche perché vi aiutano a rigiocare il comandante qualora se ne presentasse la necessità.

Un consiglio per chi non volesse giocare 1v1 (qui trovate il regolamento aggiornato di Centurion, a proposito): Blade of Selves è sempre un’ottima aggiunta per gli effetti ETB e questo mazzo non fa eccezione.

Conclusioni

Reaper King è un comandante da battaglia: solido e funzionale, con poco spazio lasciato all’improvvisazione. Con una buona base per accelerarlo, può devastare il campo avversario ma fate attenzione a non rendere lui il bersaglio principale.