Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Pioneer – Izzet Prowess Deck Tech

Autore ReFlax
il 07-08-2020

Condividi questo Post

Buongiorno a tutti io sono Reflax e oggi vi parlerò di un mazzo che sto studiando in Pioneer.

Partiamo con una doverosa premessa: al momento il nostro formato preferito è sfornito di un meta chiaro e definito, quindi? Quindi i giocatori si lanciano in viaggi nel tempo che Martin “Marty” Seamus McFly Sr. levati proprio (ho messo il link a una pagina di Wikipedia su quel nome, ma se lo cliccate per vedere chi ho citato verrete automaticamente marchiati come poser, sappiatelo) e, soprattutto, IT’S PET DECK TIME BABY!

PET DECK TIME

Chiariamo perchè magari non a tutti è chiaro il concetto di “pet deck”. Quando lo nominiamo stiamo parlando di un mazzo che continuiamo a giocare con un’ insistenza quasi diabolica indipendentemente da meta-shift vari e che conosciamo – o pensiamo di conoscere – a menadito. Insomma, il mazzo che abbiamo sempre pronto nel nostro zaino ogni volta che andiamo a un torneo.
Dopo la ghigliottina chiamata ban del 03/08/20 subita dal Pioneer (di cui parlo in questo articolo) è facile incappare in dei mazzi più o meno buffi che ogni giocatore ha rispolverato dopo la fine di quello che possiamo definire tranquillamente la combo-season del formato.
Al momento in cui scrivo questo articolo non abbiamo ancora dati ufficiali disponibili dalla WotC per quel che riguarda league o tornei online ma Twitter ci viene in aiuto mostrandoci chiaramente il ritorno di 5C-Niv Mizzet tier-1 indiscusso e Sultai che reclama il suo posto sul trono dei migliori mazzi in giro. E noi giocatori medi che facciamo? Ci adeguiamo? Sarebbe consigliabile se volessimo farmare tix, ma siccome siamo testardi giochiamo i mazzi che ci divertono – e che in realtà possono dire la loro -. Ecco quindi la mia guida su Izzet Prowess!

PROWESS vs BURN

La prima domanda che ci facciamo quando decidiamo di giocare un mazzo a base rossa è chiaramente su quale strategia utilizzare. Perché preferire prowess rispetto a burn? E’ in realtà una risposta molto soggettiva e vi risponderò chiaramente per quel che mi riguarda: nonostante la miglior strategia – soprattutto in un momento di transizione del meta – sia la più lineare possibile io scelgo di giocare il blu perché ho due delle creature che preferisco giocare e sono Sprite Dragon e Stormwing Entity. Detto questo penso sinceramente che l’ approccio più facile in questo momento sia montare una lista di Mono-Red o Boros Lurrus se vogliamo portare a casa risultati in fretta ma la mia voglia di sviluppare un archetipo che da sempre mi attira come UR spells mi ha dato la spinta necessaria. I pro che vedo in prowess rispetto ai classici burn sono molteplici, comunque:

  1. Vantaggio e selezione carte: il blu, da sempre, è il colore dei peschini in Magic. Nei miei primi giorni di gioco mi hanno detto una frase che io porto nel cuore come un mantra “si cicla o pesca è forte”. Che poi giochiamo tra le 7 e le 8 spell rosse che si ciclano, ma il blu è il blu.
  2. Esplosività: ma com’è possibile essere più esplosivi di burn? Beh, più esplosivi no, diciamo in maniera diverso, ecco. Nelle mie liste vedrete che giochiamo qualcosa come 17 spell non creatura a costo uno che ci ciclano o pescano e questo ci permette di fare dei turni dove le nostre creature da Ape Car 50 si trasformano in dei carri armati.
  3. Side più ampia: poter giocare Aether Gust in un meta di big mana o aggro deck mi piace, Mystical Dispute contro Niv-Mizzet è una manna dal cielo, Brazen Borrower è secondo me una delle carte più forti del formato. Insomma, sono convinto che la side col blu che ci permette di giocare a velocità Interruzione (tuffo nel passato time) al momento sia meglio che quella col bianco, soprattutto non avendo Path to Exile a disposizione.

LE VERSIONI DEL MAZZO

DISCLAIMER: parlerò di qualche lista, ma non metterò le side o la side guide in questa sezione perchè li ho giocati a ridosso del ban e tutto era -ed è – un pò confusionario.

Ho iniziato a giocare l’ archetipo facendo una ricerca accuratissima così svolta: “prowess pioneer” su Google -> primo link -> ctrl+v e poi via così.

Mi ha divertito e quindi poi via allo studio. In ogni caso la prima league che ho fatto col mazzo post ban mi ha portato un buonissimo 4-1 che mi ha dato ottime sensazioni e potete trovare i video delle partite cliccando qui sopra.

Prowess è una meccanica propria dei colori Jeskai arrivata al gioco nel 2014 con Khans of Tarkir (che poi è il set con cui ho iniziato io a giocare, magari è per quello che ci sono affezioanto). Nonostante sia dichiaratamente un abilità primaria per il blu il colore che ne ha giovato di più nella storia del gioco è il rosso e quindi iniziamo analizzando un pò una lista mono-red che ho giocato qualche league per cercare di capire il giusto valore e potenziale delle carte rosse, appunto.

MONO RED

 

(60)
14 Mountain
Ramunap Ruins
Blistercoil Weird
Crash Through
Infuriate
Monastery Swiftspear
Shock
Soul-Scar Mage
Titan’s Strength
Warlord’s Fury
Wild Slash
Runaway Steam-Kin
Light Up the Stage
Bedlam Reveler

Ovviamente il core del mazzo sono le 17 creature tutte a cc1 e cc2 (se Bedlam Reveler lo pagate più di due è un caso sfortunato di flood estremo con questo mazzo). I primi due turni del game con questa versione, come per quella modern, consistono nel creare un board-state per cui abbiamo almeno due o tre creature che ogni turno minacciano con facce brutte e cattive intenzione i punti vita del nostro avversario. Giocavo un totale di 10 drop a uno col chiaro intento di proporne sempre uno al primo turno, una nota d’ onore va a Blistercoil Weird che oltre a essere il precursore della meccanica torna anche molto utile nei blocchi dato che la sua abilità lo stappa a ogni spell instant o sorcery lanciata. Il turno due è normalmente dedicato o al set-up con altri due drop a 1 o a un bel Runaway Steam-Kin ovvero la carta che ci trasforma in un combo. dal terzo in poi ci basiamo sulle nostre 25 spell non creatura per vincere. Purtroppo non abbiamo Manamorphose nel formato ma giochiamo 7 spell che si ciclano e 4 che fanno scry oltre al chiaro vantaggio carte portato dalle tre copie di Light up the Stage.
Bedlam è il nostro principale pay-off e vogliamo sempre farloa mano vuota. Ottimo top deck dopo il quarto turno.
Cosa non mi piace di giocare mono-red? Onestamente il parco spell non è così clamorosamente forte come in modern, non abbiamo Lightning Bolt ne tanto meno Lava Dart, insomma, power-level un pò troppo basso per restare mono-color secondo me.

BOROS

 

 

(60)
Battlefield Forge
Bedlam Reveler
Boros Charm
Clifftop Retreat
Gods Willing
Inspiring Vantage
Light Up the Stage
Monastery Mentor
Seeker of the Way
Monastery Swiftspear
Mountain
Plains
Sacred Foundry
Soul-Scar Mage
Crash Through
Warlord’s Fury
Wild Slash
Shock

Aggiungiamo il bianco alla lista precedente e otteniamo questo, un buon mix di creature leggermente più grosse e spell non creatura aggiunte.

Fra le creature abbiamo mantenuto i drop a uno rosso, imprescindibili per la strategia ma salutiamo l’ ibrido Blistercoil e scendiamo di un Bedlam a favore di due copie di Monastery Mentor e Seeker of the Way. Sono entrambe fantastiche creature ma la prima ha il problema di aver scritto di fianco al costo di mana un “+1” invisibile. Si perché farla morire senza che abbia lasciato dietro di sé un monaco ridicolo, un po come fare Tireless Tracker di terzo. Abbiamo due protezioni con Gods Willing per salvarci da blocchi molesti principalmente ma anche per evitare fastidiosissimi spot removal, inoltre scry torna sempre molto utile. Boros Charm è la maggior aggiunta al mazzo in questo reparto. Quattro danni a costo due fa sempre piacere, ma con le nostre creature anche double strike si rivela utile. Bella lista ma ritengo sempre che senza Lava Dart nemmeno il bianco sia la soluzione ottimale.

GRUUL

 

No dai così in là non mi sono spinto manco io.

 

IZZET

Eccoci arrivati ai colori che ho deciso poi di continuare a utilizzare. La prima lista da cui son partito – che è quella dei video – la potete trovare cliccando qui sopra, qui vi lascio l’ ultimo prodotto del mio testing forsennato.
(qui vi lascio anche la side perchè è un pò più ponderata la cosa)

(60)
Stormwing Entity
Sprite Dragon
Soul-Scar Mage
Monastery Swiftspear
Shock
Opt
Wild Slash
Light Up the Stage
Warlord's Fury
Treasure Cruise
Crash Through
Island
Mana Confluence
Sulfur Falls
Shivan Reef
Steam Vents
Spirebluff Canal
Mountain
(15)
Spell Pierce
Saheeli, Sublime Artificer
Brazen Borrower
Mystical Dispute
Soul-Guide Lantern
Aether Gust
Lava Coil
Abrade

Parliamo di creature? Come vi dicevo a inizio articolo ho voluto inserire assolutamente il 4x sia di Stormwing Entity che di Sprite Dragon. L’ elementale di M21 sarò il nostro miglior drop a tre del mazzo mentre il draghetto di Ikoria fatto di secondo e non risolto subito è un grosso problema per i nostri avversari, veramente un amore di carta (poi non so se avete mai avuto sotto mano Dorat, The Perfect Pet ma è veramente bellissima la sua art).

Abbiamo deciso di salutare Bedlam Reveler perché ricordo con molta felicità che in Pioneer abbiamo accesso a quella carta fair che è Treasure Cruise e una spell con un delve così intensivo con una creatura che richiede almeno cinque instant o sorceries al cimitero per essere tirata non va proprio d’ accordo. Peccato non avere  Thought Scour o similari nel formato. Per il resto sempre otto drop a uno per partire belli sprint. Le spell non creatura a costo uno ufficiali sono ben 19, se ci aggiungiamo i migliori dei casi con Cruise fatta delvando il massimo e Light Up the Stage allora saliamo a ben 25, non male!

Il poter giocare il peschino più forte da quando il modern è nato mi dà un senso di tranquillità al top deck assoluta, inoltre fare un 3/3 volare prowess a turno tre che ci sistema le prossime due pescate mi sembra una gran cosa a livello di card selection. Insomma, ci teniamo a non finire mai la benzina. Una cosa che vorrei fare è inserire l’ 1x di Brazen Borrower maindeck presumibilmente a discapito di una copia di Warlord’s Fury, la differenza di potenziale delle due carte spiega da sola il perché dei miei dubbi.

Ci sono dei tagli che ho dovuto fare e mi è dispiaciuto un po, in particolare due carte però mi lasciano sempre il dubbio. La prima è Dreadhorde Arcanist che ci da un boost non indifferente se appoggiato di secondo con tutte le spell a cc1 che abbiamo. Purtroppo però la massiccia presenza di UW control nel formato ora mi costringe a tagliarlo: Teferi non è amico dello zombie più amato del legacy.

Of One Mind è la seconda carta che non ce l’ ha fatta ma rimane comunque tra i sinceri “le faremo sapere”. In questa build giochiamo 8 umani e 8 non umani, non è affatto improbabile soddisfare le condizioni per poter pagare solamente un mana questa spell ma dato che Young Pyromancer è durato in questo mazzo circa quanto Oko, Thief of Crown in standard (ovvero comunque troppo) ho dovuto fare a meno della sorcery di Ikoria. Chiaramente Cruise ha un power level circa 17 volte superiore ma Of One Mind rimaneva fuori da hate per il cimitero senza dover andare ad abbassare il numero di peschini post side contro mazzi con bianco.

 

SIDE-PLAN

Eh, discorso complesso per il momento. Non posso assolutamente darvi una guida fatta e finita ma al massimo suggerirvi dei macro gruppi di carte che vanno bene contro determinati archetipi.

VS AGGRO
Già main deck abbiamo una considerevole quantità di removal a basso costo per gestire i drop aggressivi avversari o i fastidiosi Elfi di Llanowar a turno uno, in ogni caso post side inserirei Abrade e Lava Coil valutando Borrower se giochiamo contro Mono black. Contro aggro con una base rossa chiaramente Aether Gust fa per noi oltre ad Abrade e Coil. Borrower potete evitarla perchè normalmente il cmc delle loro creature è molto basso e rimandereste solamente il problema. Lo stesso discorso lo applicherei a un mazzo a base verde.

VS CONTROL
Brazen Borrower e Saheeli, Sublime Artificer sono i nostri migliori amici nel match-up, solamente dopo i counter. Saheeli chiaramente crea uno stuolo di token 1/1 con la possibilità di poter attivare la su a-2 quando in campo abbiamo uno Sprite Dragon con qualche magia non creatura in mano. Borrower brilla nelle partite dove il nostro oppo non vuole far altro che giocare una strategia “land-go”: ottimo abbocchino o soluzione definitiva, a seconda dei casi. Sicuramente Spell Pierce (il mio counter preferito da sempre) e Mystical Dispute si aggiungono alla mischia.
Possiamo tagliare qualche drop a uno in queste partite o qualche carta che si cicla come Warlord’s Fury.
Se il nostro avversario gioca il bianco e vi ha guardato male quango in G1 avete lanciato la vostra terza Treasure Cruise occhia a Rest in Peace/Soul-Guide Lantern.

VS COMBO
*Salve, sono la Wizard e vi assicuro che combo non esiste più. Non dovrete mai più parlarne e nemmeno pensarci*

Vero, ma se qualche pazzo vi capitasse Spell Pierce, Mystical Dispute e Soul Guide Lanter aiutano. Togliete pure Soul Scar Mage.

Ok per ora questo è tutto ragazzi, comunque l’ archetipo lo giocherò il più possibile e magari farò qualche update!



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline