Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Pioneer: “bye bye combos”? B&R 03/08/2020

Autore ReFlax
il 04-08-2020

Condividi questo Post

Ok, io adoro giocare combo e quindi la ban-list non la ho presa benissimo, provo ad analizzarla e a spiegare cosa e come avrei fatto io.

DISCLAIMER IMPORTANTE: se il tuo commento medio ai ban è “beh, ma giochi combo, devi aspettartelo un pò” sappi che io ti odio, ma andiamo oltre.

 

L’ ANNUNCIO

Ebbene si, ieri ho ri-vissuto l’ adorabile sensazione provata il 18/01/2016 quando in un colpo solo mi sono sfuggite dalle mani Splinter Twin e Summer Bloom – e anche Cloud of Faeries, ma quanto meno per questo ban il mio portafoglio ha pianto meno – . In un attimo mi sono visto portar via i due mazzi che stavo studiando e giocando maggiormente: Kethys combo e Lotus Breach. Sono una brutta persona perchè gioco mazzi non interattivi e che sono evidentemente broken? Si, lo ammetto. Ma io il social-distancing lo applicavo anche prima che fosse main stream. Comunque cliccando qui, proprio qui, potete leggere l’ annuncio del 3/8/20: “Ciao, sono la WotC e non voglio più combo in Pioneer”. 

LE MOTIVAZIONI

Ho deciso di scrivere con un giorno di – colpevole – ritardo questo articolo perchè d’ impatto mi sarebbe risultato difficile non riportare ogni offesa possibile mi passasse in testa contro la WotC. Purtroppo la scorsa settimana avevo proprio deciso di vendere la quasi totalità del mio pool cartaceo Pioneer a favore di completare e avere a disposizione fisicamente solo i due mazzi che citavo a inizio articolo. Bravo Flavio, gran mossa.

Superati i problemi di acidità di stomaco causati dalle mie scelte quanto meno discutibili a livello mtg-economico sono andato a rileggere le motivazioni che hanno portato ai ban e le analizzo qui. (se volete una visuale più completa su tutti i ban che ci hanno investito ieri vi rimando all’ articolo del nostro Edoardo Rosadini)

  1. Il primo punto che la WotC ci tiene a chiarire è che lo sban di Oath of Nissa non era chiaramente un’ azione nata con l’ intento di sistemare quello che a loro sembrava sotto molti punti di vista un meta sano, ma siccome – e da qui inizia la mia parafrasi – sono stati criticati moltissimo per la ridicola azione presa nei confronti di un formato che stanno gestendo malissimo hanno rimesso mano alle decisioni di solo qualche settimana prima (qui l’ annuncio del 13/7/2020 e l’ articolo dove parlavo dei suoi effetti sul meta);
  2. Il secondo punto trattato è quello che io ritengo un retro-front abbastanza clamoroso rispetto alle dichiarazione del 13/7. La wizzy afferma che, nonostante il meta sano e variegato del formato – col supporto di dati a cui solo loro hanno accesso a eccezione delle decklist dei tornei online come preliminary e similari, che mi sembravano ben poco eterogenee – la presenza pesante dell’ archetipo combo in Pioneer dettasse scelte obbligate nel deck-building dei mazzi lasciando così poco spazio ai giocatori per poter portare novità. Questo ovviamente ha fatto si che moltissimi player lasciassero perdere il formato. Per quanto sia innegabile lo stra-potere dei combo il mio fastidio arriva da questa particolare frase che copi-incollo dal loro annuncio ufficiale: […]“We are keeping an eye on the populations of combo decks in the environment, although the perception that combo decks have dominant win rates isn’t backed up Magic Online play data.[…]”. Il tutto mi suona come un grandissimo “ah, forse ho detto una cavolata”;
  3. “Banniamo queste quattro carte per ridare il divertimento ai giocatori”. Qui io mi sono triggherato – per solo la quarta volta in poche righe in effetti -. Il meta non era sano, questo era palese. Ma eliminare totalmente i combo piuttosto che nerfarli che soluzione è? Elimino un archetipo che diverte qualcuno per divertire qualcun altro? Sbagliato pensare che avrebbero potuto abbassare il power-level dei mazzi piuttosto che eliminarli? Questa è una domanda che mi sono sempre posto quando vedevo dei mazzi completamente – o potenzialmente – distrutti da delle ban-list;
  4.  L’ ammissione finale del voler colpire i mazzi a base Inverter, Breach, Ballista e Kethis è stata una delle pochissime cose che ho apprezzato quanto meno per onestà intellettuale.

Ok dai, basta. Parliamo delle carte in particolare.

LE CARTE

Inverter of Truth: da sempre il mazzo dichiarato come lo Splinter Twin del formato (anche se, per correttezza questo dovrebbe esser dichiarato il Deceiver Exarch/Pestermite e Thassa’s Oracle/Jace, Wielder of Mysteries dovrebbero far la parte di Twin, ma va beh) andava toccato in qualche maniera. WotC coerentemente con quanto fatto in passato ha deciso di eliminare il problema alla base piuttosto che far saltare Oracolo o Jace. Giusto? Sbagliato? La motivazione mossa da Wizard per questo taglio è stata che togliere un altro pezzo della combo non avrebbe avuto risultati certi sulla posizione nel meta del mazzo e quindi era meglio prendere una decisione definitiva a parere loro. Anche qui ho dei dubbi, ma per giocare devo accettare le regole imposte, quindi mi lamento ma straccio i miei bei 6/6 volare. Onestamente se me lo chiedessero avrei tolto al mazzo Thassa’s Oracle per non permettere in un colpo solo la combo a turno 6 ma averla splittata su due turni o a turno 8 rendendo il tutto più gestibile. Sarebbe bastato? Forse si o forse no, ma sicuramente i portafogli dei giocatori sarebbero stati più contenti;

Underworld Breach: io amo Past in Flames e quindi anche Breach. Sono da sempre un giocatore di combo e inparticolare di UR storm in modern – scarso ma anche quello da sempre, quindi sono in pace con mè stesso -, insomma, il cimitero è a tutti gli effetti un estensione dei miei mazzi. Questa carta ha un power-level molto alto, era chiaro fin da subito e nessuno lo avrebbe mai negato. Un ban corretto? A malincuore devo dire di si. Io sfruttavo moltissimo il mazzo e la resilienza creata dalla carta era pressochè imbarazzante. L’ archetipo esisteva anche prima della stampa dell’ incantesimo sfruttando Omniscience e Enter the Infinite, ritornerà quella versione? Spero vivamente di si perchè a me piace molto ma per ora non ne sono sicuro;

Walking Ballista: il peggiore degli errori di questo ban, quasi peggio del continuo voltagabbana delle motivazioni. Nell’ ottica di revisione del formato verso sponde meno combo il costrutto più amato di Kaladesh è una vittima del fuoco amico. Il problema è mono-white Heliod? Perfetto, la soluzione giusta era togliere il Dio di Theros dal Pioneer. Questo a parer mio avrebbe toccato la parte dannosa del meta e lasciati integri altri mazzi. Non sarebbe più esistita una combo legata a questo artefatto ma non si sarebbero andati a depotenziare Sultai Delirium che si vede eliminare una chiusura tutorabile (a turni avanzati del game comunque) e Hardened Scales -che già aveva sofferto del nerf di Lurrus of the Dream-Den -. Insomma, una decisione un pò meno a “’ndo cojo cojo” l’ avrei cercata, ecco;

Kethys, the Hidden Hand: il fastidio che mi ha dato leggere questo nome è inconcepibile. Era palese per tutto il mondo di Magic che allo sban di Oath of Nissa sarebbe corrisposto il ritorno di uno dei mazzi più complicati del formato. Avevo subito ripreso a giocare questa particolare strategia con alti e bassi dovuti al repentino assestamento del meta rispetto a Kethis. Eliminare un altro pezzo della meccanica sarebbe stato possibile per evitare di tagliare subito le gambe a un mazzo ri-nato? Forse. La cosa che più mi ha indisposto verso la decisione di mamma Wizzy è la motivazione fornita che ora vi riporterò in originale:[…]” While Kethis combo decks are a relatively new reemergence in the metagame, we’re seeing signs that these decks are already problematic and would become more so if other top decks were weakened. Kethis decks are currently among the top 5–0 trophy winners in Magic Online Pioneer leagues, despite being a modest portion of the field.”[…]. Cioè, fatemi capire, prevenire è meglio che curare? Ecco, una cosa che odio sono proprio i ban preventivi, piuttosto, dato che l’ azienda è tua e le regole le fai tu, organizza un ban straordinario quando avrai in mano dei dati certi no?

Ok, mi sto scaldando, cambiamo argomento.

DAL 4/8/2020


Come si evolverà ora la situazione? Partiamo dalla certezza che ci dà Wizard con la sua frase conclusiva: “[…] We understand that this represents a large change to the Pioneer environment, and, frankly, that’s the intent. While we’re past the phase of frequent weekly updates to Pioneer, we’re still in a period where changes are necessary to help shape the format in its initial launch year. […]” . Ok. Quindi ripartiamo ma stiamo attenti a quello che facciamo? Ricordo precisamente che nel primo periodo di vita del formato proprio la casa madre diceva di fare attenzione a investimenti fatti sul cartaceo per la frequenza di possibili ban-list, ma ora, dopo mesi di inattività sulla liste di carte disponibili e a livello di tornei cartacei riprendere con questa filosofia non è un rischio gigantesco? O se ho inteso io male la frase – come spero – stiamo leggendo un’ onesta ammissione di colpa per l’ assenteismo sofferto dal formato?

In ogni caso la casa produttrice continua così :” […]We want to ensure that Pioneer can deliver an enjoyable play experience to players who are looking for an accessible, nonrotating format that’s closer to Standard in power level and offers a variety of archetypes and decks to choose from.[…]”. Commenterò solo dicendo: se, e dico se, la speranza è quella di dare un senso di continuità fra standard e un formato eternal che sia acessibile e stabile come il T2 forse è meglio che uno fra Pioneer e Historic sparisca, altrimenti si creano solamente dualismi inutili che generano una dispersione di giocatori.

“[…] We’re dedicated to actively supporting Pioneer and will continue to incorporate both data and community feedback.[…]” questo è il massimo , ma proprio il massimo, del leccapiedaggio (e sono stato il più fine possibile) verso dei giocatori ormai stanchi, disillusi e anche un pò infastiditi dalla gestione di un formato che avrebbe potuto essere qualcosa di bello ma che di nuovo si trova a dover ripartire.

In ogni caso io spero vivamente che il Pioneer ora riprenda piede e mi auguro che questa ban aggressiva e stravolgente riporti gente e interesse.

Per oggi è tutto!



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline