Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Pioneer – BG Hardened Scales

Autore ReFlax
il 18-05-2020

Condividi questo Post

Ben trovati a tutti voi Medi dal vostro Flavio di quartiere.

Il Pioneer è sicuramente il mio formato eternal preferito dal suo annuncio. Non ci sono mazzi estremamente “format-wrapping”, i combo sono presenti e sono solidi ma non impossibili da battere senza varie FoW o FoN, il meta è – strano a sentirlo dire – sano a mio avviso.

Oggi vi parlo di uno dei mazzi che ho imparato ad apprezzare di più: BG Hardened Scales!

Se togliamo dall’ equazione Storm da modern io non sono mai stato uno di quei giocatori da “pet-deck”. Mi piace cambiare, studiare diverse strategie e giocare in base al meta, motivazioni per le quali lo standard è normalmente il formato dove bazzico maggiormente (ma Lukka si sta impegnando al massimo per farmi passar la voglia di investire tempo su Arena).

Questo piccolo insieme di artefatti e incantesimi però mi ha fatto proprio cambiare idea e quando mi metto al PC per giocare una League su MtgO le prime 75 carte che prendo in considerazione sono le seguenti:

DECKLIST

COMPANION

1 [Lurrus of the Dream Den

MAINDECK

2 Chamber Sentry

4 Hangarback Walker

4 Metallic Mimic

4 Steel Overseer

3 Stonecoil Serpent

4 Walking Ballista

4 Winding Constrictor

4 Fatal Push

3 The Ozolith

2 Evolutionary Leap

4 Hardened Scales

4 Blooming Marsh

5 Forest

4 Llanowar Wastes

1 Mutavault

4 Overgrown Tomb

3 Swamp

1 Urborg, Tomb of Yawgmoth

SIDEBOARD

2 Abrupt Decay

3 Barrier Breach

2 Dead Weight

1 Duress

2 Soul-Guide Lantern

4 Thoughtseize 

IL MAZZO NEL META

Non ho mai giocato questo mazzo in modern e quindi non starò qui a farvi paragoni con uno dei formati che ultimamente ho preso meno in considerazione, parliamo piuttosto di come si piazza questa lista, a parer mio, nel meta attuale Pioneer.

Se consultiamo i maggiori siti che si occupano di “definire il meta” attraverso le percentuali di presenza di mazzi ai vari tornei online – e non – possiamo notare come la stra-grande maggioranza dei player abbia deciso di adottare strategie basate sui companion, e come biasimarli? Condivido totalmente il fatto che queste carte “rompano” le regole di Magic e non vi nascondo che la cosa mi stuzzica talmente tanto da sfruttarla ogni volta mi sia possibile.

Lurrus è al momento il companion che si sta mangiando la maggior fetta di presenze ai tornei e le tre shell che ritroviamo più spesso sono Boros burn, Feather-less e Suicide Squad Abzan. Credo che non sarà così ancora per molto, o meglio, la percentuale si assottiglierà e altri archetipi si avvicineranno o supereranno questi tre spodestandoli. E’ ovvio che vicino a grandi cambiamenti il meta premi strategie aggro lineari dove il game-plan non viene stravolto o inventato da zero ma al massimo potenziato dagli inserimenti delle ultime espansioni.

Una volta assestatosi il tutto – e sta già succedendo – ci sarà molta più varietà e il meta non potrà che giovarne.

Yorion dal canto suo ha fatto si che tutti i giocatori di commander potessero darsi a formati veri. Ok dai, sto scherzando. Sicuramente il companion 4/5 volante che io amo chiamare “mega-Flickerwisp” ha un potenziale  altissimo e realizza tutti i sogni di gloria di MonoWhite/UW Heliod-Ballista e Dimir Inverter (anche se io di questo mazzo in particolare preferisco ancora la versione a 60 carte). Ricordo poi che il Nomade del Cielo ha l’ orribile merito di aver portato con sé direttamente dallo standard la versione di Fires of Invention basata sui Planeswalker con la combo Lukka-Agent Of Treachery.

Gli altri companion ancora non si sono fatti strada come i due sopracitati anche se LSV ha dedicato un articolo intero a Kaheera in UW control e YamaKiller ha ufficialmente “benedetto” Mono-red Obosh come miglior mazzo aggro del formato (e io sono pienamente d’ accordo con lui) ma arriverà sicuramente il momento anche per un singleton con Lutri come carta principale, io lo so e non vedo l’ ora.

Quindi ci troviamo tra mazzi aggro e combo-control di vario tipo. Noi giochiamo un aggro-combo che può regalare partenze esplosive e allo stesso tempo può trovare buon gioco anche in match molto “grindy” con board stallati e decisi da giocate sul filo del rasoio. Alla luce di questo e data la possibilità di poterci adattare a molti scenari diversi credo sia una grandissima scelta giocare questo mazzo e i risultati dei preliminary su MtgO lo dimostrano visto che troviamo sempre più spesso liste dell’ archetipo che analizziamo oggi.

Questa in particolare è come si presenta la situazione del meta se prendiamo i primi mazzi più giocati:

Prenderemo  spunto da questo grafico per capire le scelte sulla build maindeck e della side. 

LE 61 CARTE MAINDECK

Chiaramente 61 grazie alla presenza del nostro Lurrus of Dream Den!

Dividiamo questa sezione tra terre, creature e non-creature.

TERRE

Giochiamo 22 terre visto che la nostra curva si ferma “ufficialmente” a due dato il nostro companion. Stiamo spudoratamente mentendo. Il nostro mazzo è pieno di creature che fanno da mana-sink come Stonecoil Serpent o Chamber Sentry. Il numero mi pare più che corretto data anche la conferma che il signor Frank Karsten ci ha dato col suo ultimo articolo su CFB riguardo il numero di terre esatto rispetto alla curva di mana per ogni mazzo per evitare di saltare land-drop entro il terzo turno. 

  • 4 Blooming Marsh, 4 Llanowar Wastes e 4 Overgrown Tomb: sono scelte “obbligate”: ci danno tutti i colori di cui abbiamo bisogno e sono ben 12 su 22, niente di più scontato. Ho preferito evitare le Woodland Cemetery data la presenza di Marsh e Wastes che non le farebbero entrare stappate.
  • 5 Forest e 3 Swamp: Un numero di terre base abbastanza alto per stare fuori Blood Moo..ah no, nel formato non dobbiamo preoccuparcene per fortuna. 
  • 1 Mutavault: Onestamente non mi fa né caldo né fretto. E’ un buon modo per strappare due danni in più o avere un blocco sempre disponibile. Il fatto che ci dia mana incolore non è mai pesato e non vedo perché non giocarla. Contro control è sempre forte e contro aggro può aiutarci nella matematica delle combat.
  • 1 Urborg, Tomb of Yawgmoth: Slot dedicato a Lurrus. Prima di inserire questa mega-palude giocavo una copia di Spire of Industry data la presenza di Chamber Sentry ma non mi ha mai aiutato particolarmente, quindi ho ritenuto che inserire un fixer a tutto tondo potesse essere una buona idea.

CREATURE

Ok, sono un pò e le divideremo per drop, partendo dai più alti.

  • 1 Lurrus of the Dream Den: il mazzo ha rivisto la luce grazie, in parte, a questo simpatico gattino leggendario. Lo tratto personalmente come una risorsa da late-game. Ci da una ovvia e fortissima possibilità di recursion dal cimitero per blocchi infiniti con degli Hangarback Walker e i suoi token o ping di, almeno, un danno con delle Walking Ballista. Utile come 3/2 lifelink contro le strategie spinte e fortissimo con le removal-incantesimo che abbiamo nella side.
  • 4 Metallic Mimic e 4 Winding Constrictor: li metto insieme perché ci servono per lo stesso motivo. Chi ha giocato Energy nello standard di Kaladesh sicuramente si ricorderà del nostro amico serpentello 2/3 a cc2. Se risolti al secondo turno e non uccisi prima del terzo possono sviluppare un vantaggio molto alto per noi, sicuramente pezzi importantissimi ma anche giganteschi bersagli per removal di qualsiasi tipo.
  • 4 Steel Overseer: avreste mai detto che una carta fondante di Affinity e Hardened Scales da modern potesse trovare spazio in questa lista?! Nessuna sorpresa a trovarne quattro copie. Un buff di +1/+1 permanente a tutte le nostre creature artefatto si spiega da solo. La sua abilità diventa esponenzialmente sempre meglio se in campo abbiamo Hardened Scales o The Ozolith.
  • 2 Chamber Sentry e 4 Walking Ballista: perchè insieme? Perchè ritengo che le due copie di Sentry siano una versione aggiuntiva di Ballista. Migliori, peggiori? Abbiamo discusso a lungo di questo punto sul nostro gruppo Pioneer GMDM e sono arrivato alla conclusione che siano solamente “diverse”. Ballista, oltre a essere la principale chiusura del mazzo, ci permette di svuotare un board troppo affollato – ad esempio contro White Weenie o Lurrus Burn – mentre Sentry è capacissimo di regalarci degli Alpha Strike e fare da mana-sink anche una volta risolto. 
  • 4 Hangarback Walker: creatura che ho sempre adorato. Fortissima come bloccante nonché esagerata contro i vari control deck. Con in campo Evolutionary Leap fà da Worldly Tutor e ci lascia anche uno stuolo di simpaticissimi token 1/1 volanti che aiutano sia in difesa che in attacco. Adoro Walker e credo che ne giocherei anche sette copie se si potesse. 
  • 3 Stonecoil Serpent: ero partito con quattro copie di quello che per me è il nostro miglior drop da tre in su. Trample e Reach insieme alla protezione dal multicolore sono una combinazione esageratamente forte. E’ una di quelle figurine per cui mi piace commentare con “non hanno scritto altro perché non c’era più spazio”. Sono sceso a tre copie per far spazio alla seconda Chamber Sentry.

NON-CREATURA

  • 4 Fatal Push: Lurrus è il companion che vediamo più spesso in pioneer? Allora Push è necessario per liberarsi di tutti i drop a 1 e 2 fastidiosi che abbiamo nel formato. Non abbiamo moltissimi modi di attivare risvolta, ma con una Ballista in campo possiamo pingare il nostro avversario per uno o più punti vita e poi lanciare Fatal Push avendo come target il Lurrus avversario. 
  • 3 The Ozolith: il nostro buon Andrea Piemonti ( di cui vi consiglio di seguire gli stream sul suo canale Twitch se vi piace il modern) aveva parlato di questo nuovo artefatto leggendario nel suo articolo  sul meta modern post-Ikoria e mi ha incuriosito. Anche in Pioneer dove non abbiamo accesso – purtroppo – ad Arcbound Ravager questo artefatto leggendario a costo uno può fare disastri. Insieme a Evolutionary Leap ci permette di “scombare” con Ballista o Sentry in un solo turno o può rendere gigantesche le nostre creature e di conseguenza molto difficili i blocchi per il nostro avversario. Molto, molto, molto, molto e ancora molto interessante. Questa carta è sicuramente uno dei motivi per cui il mazzo si può definire un tier al momento. 
  • 2 Evolutionary Leap: ecco la carta di cui ho cambiato il numero più volte nella storia del mazzo. Sono passato da 1 a 4 talmente tante volte che il mio account di manatraders ha crashato due volte sulle mie richieste di trading tra una partita di testing e l’ altra. Fortissima se controlliamo un Hangarback Walker e – più in generale – contro control o midrange sempre ottima per non terminare praticamente mai le minacce. 
  • 4 Hardened Scales: il mazzo si chiama come questa carta, ci sarà anche un motivo, no? Senza di lei abbiamo comunque gameplan validi e alternativi ma è indubbio che con questo incantesimo sul terreno giochiamo un’ altra partita. Sinergico con tutto il resto del mazzo praticamente. Voto DIESCI!

SIDEBOARD

Solo 14 carte a “causa” di Lurrus, ma giuro che sono abbastanza.

  • 2 Abrupt Decay: adoro questo instant da quando gioco a Magic. Incounterabile, elimina ogni problema sotto il tre e a meno di protezioni varie nessuno può dir nulla. Lo sido in abbastanza spesso.
  • 3 Barrier Breach: Sram Auras è stra-presente e quindi voglio annichilire il loro mazzo. Molto forte anche contro Orzhov Pox con Yorion come companion. Alla peggio possiamo ciclarlo in qualsiasi momento, ottima carta.
  • 2 Dead Weight: removal che prima di Lurrus era relegato al limited. Contro i mazzi aggressivi del formato è fortissimo in combo col nostro “comandante” dato che possiamo riproporlo dal cimitero con continuità.
  • 1 Duress: primo slot del nostro reparto discard spell che entra in ogni match up contro combo decks e control vari.
  • 2 Soul-Guide Lantern: Lurrus e Lotus Breach spopolano? Allora ci armiamo di hate potenzialmente recursivo contro il cimitero. Ah, anche Uro, Titan of Nature’s Wrath è un ottimo target per l’ enter the battlefield effect di questo artefatto.
  • 4 Thoughtseize: Giochiamo BG, perchè non avere quattro copie di Seize tra main e side? Forse la carta più forte del formato.

IL GAMEPLAN

La scurvata perfetta sarebbe T1 Nardened Scales, T2 Winding Constrictor o Steel Overseer e T3 Ballista + Stonecoil, ma non è sempre domenica. Diciamo che il nostro piano principale, lo potete notare anche dalla conformazione del nostro maindeck, è quello di presentarci come mazzo aggressivo che riesce ad applicare pressione prima che i nostri avversari riescano a rispondere. Ovviamente non sempre va così anche solo semplicemente perché potremmo essere on the draw contro Burn e allora dovremo giocare da “control” utilizzando tutte le nostre risorse per arginare partenze esplosive e poi riprendere il controllo del board con il nostro Lurrus. 

Diciamo che vedo la nostra strategia comporsi di queste due realtà: Aggro e Control ma sempre con una componente combo (si, questa parola mi piace un’ infinità). 

Sono sempre molto felice quando riesco a imporre io il ritmo del game tagliando le gambe alle scelte avversarie o obbligandole, insomma, voglio giocare pro-attivamente quando possibile. 

Allenate però la vostra pazienza e preparatevi ad affrontare game lunghi e molto intricati per esempio contro White Weenie dove il board sarà stallato dai blocchi e il minimo errore da entrambe le parti potrebbe venir punito. 

SIDEBOARD PLAN

Prendiamo in considerazione i primi cinque mazzi che sono al top del meta per presenza. 

VS LURRUS BURN 

IN:  + 2 Abrupt Decay + 2 Dead Weight

OUT: – 4 Steel Overseer

Abbiamo già dichiarato che giochiamo da control in questo match up, quindi non aspettiamoci nient’ altro che  stare indietro e rispondere alle sue minacce. Presumibilmente di side da parte sua entreranno ancora più removal per creature e qualche Wear//Tear. Eliminiamo gli Steel Overseer perché – al contrario di Constrictor e Mimic – hanno bisogno di almeno un turno per darci vantaggio e non bloccano bene gli 1/2 del mazzo del nostro avversario.

VS UB INVERTER

IN:  + 4 Thoughtseize +  1 Duress

OUT: – 4 Fatal Push – 1 Metallic Mimic

Non amo giocare questo Match-up. Yorion fa veramente tantissimo vantaggio e lui è pieno di removal. Il nostro piano qui è dargli motivo di preoccuparsi di morire nel turno in cui si scopre per provare la sua combo. Dobbiamo portare pressione e valorizzare al massimo il mana che abbiamo a disposizione. Una carta che ho valutato come side-in è Soul-Guide Lantern per “obbligarlo” a scombare il turno in cui lancia il primo Inverter of Thruth ma fino a ora non mi ha convinto, rimane sicuramente un opzione possibile.

VS WHITE WEENIE (Yorion)

IN: + 2 Abrupt Decay + 2 Dead Weight 

OUT: – 2 Metallic Mimic – 1 The Ozolith – 1 Chamber Sentry

La partita, a meno di partenze “rotte”, sarà lenta e molto giocata quindi elimino una copia di the Ozolith in quanto leggendario e abbastanza brutto se pescato dopo la prima. Due metallic Mimic perchè non bloccano bene le loro creature e abbiamo comunque ancora sei effetti che aumentano i segnalini all’ ingresso in campo. Mono Chamber Sentry perchè prima della sua aggiunta toglievo il quarto Stonecoil che è sicuramente fortissimo contro Yorion e Arcanist’s Owl ma non efficente contro il resto del board avversario. Ovviamente se il nostro avversario gioca la versione con Katn, The Great Creator maindeck la situazione è abbastanza brutta.

VS BOROS FEATHER-LESS

IN: + 2 Abrupt Decay + 2 Dead Weight + 2 Soul-Guide Lantern 

OUT: – 4 Steel Overseer – 1 The Ozolith – 1 Metallic Mimic

Side esattamente uguale a Burn e per gli stessi motivi. In aggiunta però mettiamo le nostre Lanterne, qui tenere a bada il Lurrus avversario è molto più importante. Non  vogliamo assolutamente ritrovarci dei Tenth-Ditrict Legionaire risolti già una volta di nuovo sul board.

VS Yorion PW

IN: + 4 Thoughtseize +  1 Duress

OUT: – 4 Fatal Push – 1 Metallic Mimic

I mazzi control a base Yorion richiedono sempre da parte nostra un disruption della mano abbastanza pesante per andare a limitare le loro risorse. Noi possiamo riprenderci con Lurrus da un Defeanig Clarion o un supreme Verdict mentre loro hanno essenziale bisogno di una mano consistente per crearci problemi. Occhio alla combo Teferi, time Raveler + Possibility Storm di side, a quella non possiamo proprio rispondere.

Questa era quello che per me è il piano di sideboard coi cinque match-up più frequenti. 

Spero che quello che ho scritto vi sia piaciuto e lo abbiate trovato utile. Presto uscirà un video di gameplay del mazzo di cui vi ho parlato oggi, quindi passate dal nostro canale YouTube e seguiteci anche lì!



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline