Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Ikoria Limited Set Review: Red

Autore ArtieStark
il 06-05-2020

Condividi questo Post

Quinta puntata di limited review per Ikoria: Lair of Behemoths. Dopo aver affrontato negli episodi precedenti

 Archetipi&Meccaniche


– Il Bianco


– 
Il Blu


– 
Il Nero


oggi tocca ovviamente al rosso. Prima però, ecco il solito prospetto per ricordarvi su quali criteri ci basiamo io e Andrea Piemonti per assegnare i nostri voti.

Descrizione voti:

0-1 Carte perlopiù ingiocabili, spesso ve le ritroverete comunque nel fondo della busta e spererete di non essere costretti a includerle nelle 40

1.5 Tappabuchi per quando non c’è niente di meglio da prendere nei vostri colori, aiutano a riempire la curva di mana

2-2.5 Solide scelte. Niente di speciale, ma ogni mazzo in limited è composto principalmente da carte con questo punteggio

3-3.5 Ottime carte, estremamente efficienti rispetto al proprio costo di mana. La maggior parte delle rimozioni, creature con validi effetti Enter The Battlefield capaci di indirizzare l’andamento di una partita in favore di chi le gioca o con statistiche nettamente superiori alla media.

4-5 Bombe assolute. Carte in grado di ribaltare completamente una partita, vincere da sole una volta risolte e per cui conviene seriamente valutare uno splash o un cambio di colori.

– Cycling contribuisce ad alzare il punteggio di ogni carta con questo effetto di almeno 0.5 punti, a maggior ragione se nei colori bianco e rosso che ne supportano l’archetipo o con costo di ciclo pari a 1.

– Mutate spinge i punteggi di alcune creature non-human dotate di pessime statistiche ma effetti utili, in quanto ottimi bersagli su cui mutare successivamente dei pezzi più grossi.

– I punteggi di alcune creature Humans variano considerevolmente a seconda che queste siano inserite in un mazzo con supporto tribale o in uno che non ha modo di sfruttarne il sottotipo in quanto la maggior parte di queste sono nettamente inferiori ai mostri che popolano il piano e non possiedono la capacità di mutare.

E ora bando alle ciance e iniziamo subito l’analisi del colore più aggressivo di Magic: the Gathering!

Mythos of Vadrok – 3

5 danni a costo 4, un po’lenta ma in grado di rimuovere due creature in un colpo solo. Pagando UW cambia completamente di ruolo e può facilmente risolvere un board bloccato.

Lukka, Coppercoat Outcast – 4

“Solo” 4 perché richiede un minimo di build around con un alto numero di creature e almeno un paio di ciccioni da tutorare con la sua -2. Nonostante il costo a 5 si tratta di una delle carte più forti dell’intero set che richiede di essere risposta immediatamente prima che possa far accumulare eccessivo vantaggio all’avversario.

Everquill Phoenix – 4

4/4 volante a costo 4 sono già delle ottime statistiche per il formato limited, la possibilità di mutare garantendosi almeno un rientro dal cimitero è una piacevole aggiunta che la rende più facilmente splashabile.

Unpredictable Cyclone – 1

Più un “unplayable” che “unpredictable”, questo incantesimo a costo 5 non impatta in alcun modo il board. In aggiunta i mazzi basati interamente su cycling sono tranquillamente in grado di chiudere le partite prima di poterlo giocare, non trovando neanche loro molta utilità nel suo effetto.

Yidaro, the Wandering Monster – 4

Il tartarugone è molto bello, sale ulteriormente di punteggio all’interno di mazzi ciclo capaci di sfoltire molto velocemente il proprio grimorio, ma fa la sua bella figura anche in GR STOMP in grado di accelerare il mana e potenziare ulteriormente l’abilità trample.

Blitz of the Thuder-Raptor – 2

Il punteggio di questa carta è molto altalenante, sicuramente può dare il meglio di sé in mazzi cycling e in altri poveri di creature, ma in tutti gli altri è assolitamente da evitare, garantendo al massimo un paio di danni in fasi di gioco già avanzate

Clash of Titans – 2.5

Istantaneo interessante, dal costo elevato ma che risulterà spesso nella rimozione di due creature avversarie in un colpo solo. Approfitta facilmente della grande quantità di deathtouch presente sulle creature nere di Ikoria.

Flame Spill – 3.5

Anni passati a dirci che applicare trample a un istantaneo non era fattibile, poi finalmente questo. 4 danni sono superiori alla costituzione media delle creature di Ikoria e il danno in eccesso non finisce mai per essere sprecato.

Footfall Crater – 1.5

Ignorate tutto il resto e concentratevi solo sul costo di ciclo. Carta perfetta all’interno dell’archetipo cycling una volta presi i primi payoff, ma inutile in tutti gli altri, da cui il voto basso.

Frillscare Mentor – 2.5

Più proseguiamo con questo ciclo di mentors, più mi viene da chiedermi cosa ha fatto di male il bianco per meritarsi Keensight Mentor. Questa creatura presenta delle statistiche aggressive, una delle migliori keyword del formato e un comodo mana sink che aumenta ulteriormente di valore in mazzi dedicati.

Momentum Rumbler – 2.5

Sono veramente pochi i mazzi disposti a rinunciare a questa creatura. Le statistiche di forza e costituzione sono adatte al formato limited e richiede di essere ucciso prima di ottenere double strike. Molto bello in mazzi aggressivi.

Porcuparrot – 3

L’utilità di questa creatura è incredibile. Il costo di mutate è ridicolo se combinato a queste statistiche e un effetto simile, mutando su una creatura con deathtouch otterrete rimozioni infinite, ma anche altre abilità come vigilance lifelink hanno la loro utilità in questa situazione. Aggiungerlo a fine partita in una pila di creature già mutate è un ottimo modo di garantirsi i danni necessari a chiudere.

Sanctuary Smasher – 2.5

Versatile, un picchiatore per le ultime fasi di gioco che non appesantisce eccessivamente il mazzo potendo essere utilizzato come valido combat trick. Entrambe le parti della carta valgono il loro costo in mana.

Reptilian Reflection – 1/3.5

First pick per Boros Cycling, completamente inutile in altri mazzi, soprattutto se preso tardi. Uno dei payoff principali per le abilità di ciclo, sono felicissimo di giocare fino a tre copie di questa carta.

Rooting Moloch – 3

Al di fuori del suo ambiente naturale di cycling, questa lucertola fa la sua bella figura in qualunque mazzo, data la vasta presenza della meccanica all’interno del set. In particolare aumenta l’utilità delle carte dal costo più elevato come Greater Sandwurm o Boon of the Wish Giver permettendoci di ciclarle con meno rimorsi in early game.

Weaponize the Monsters – 1

A meno di non trovarsi per le mani uno strano mazzo Rakdos o Mardu sacrifice molto di nicchia in Ikoria, eviterei sempre di prendere questa carta, a maggior ragione in più copie.

Blazing Volley – 0.5

Un danno a ogni creatura in un set di creature enormi? Ma certamente. A quanto pare ogni colore deve avere le sue carte inutili.

Blisterspit Gremlin – 1

Forse qualche mazzo spell-matters può fare uso di questa carta, ma i drop a uno non sono quasi mai efficienti in limited e ci sono modi migliori di mangiare qualche punto vita agli avversari.

Cathartic Reunion – 1.5

Non sono molti i mazzi che possono puntare a questa carta, magari la prima copia che vi ritroverete alla fine della fase dei pick la potete anche giocare, ma in linea generale sarebbe da evitare.

Cloudpiercer – 2.5

Statistiche, costo di mutateloot effect ripetibile. Tutto quello che vogliamo vedere nelle nostre comuni.

Drannith Stinger – 2.5

Magari non come first pick, ma una volta all’interno dell’archetipo cercherete di razziare più copie possibili di questa carta. Nettamente meglio della sua controparte Drannith Healer che ciclerete sempre, questa invece la volete mettere in campo più presto possibile per iniziare a punzecchiare da subito il vostro avversario. Al di fuori di cycling è comunque il classico [mtgcard]Bear Cub[/mtgcard] con cui riempire la curva di mana che non vi infastidirà se pescato in late game.

Ferocious Tigorilla – 2

Rispetto alle prime valutazioni questo gatto-scimmia ha perso mezzo punto per il poco impatto che ho riscontrato giocandolo o trovandomelo contro. Sicuramente la flessibilità è comoda, ma al di fuori di mazzi molto aggressivi l’ho trovato meno rilevante del previsto.

Fire Prophecy – 3.5

Lightning Strike con l’aggiunta di sostituirci una carta nella mano, raramente una rimozione comune è più efficienti di così

Forbidden Friendship – 1.5

Due 1/1 non sono niente di che, anche se uno dei due presenta haste e la capacità di mutare. Evito questa carta nella maggior parte dei casi e sono quasi sempre felice di vedermela giocare contro.

Frenzied Raptor – 1.5

Se cercate “tappabuchi” in un glossario di Magic: the Gathering, questa è la carta che dovreste vedere.

Go For Blood – 2.5

Fight effect a due mana è già sufficiente da meritare l’inclusione, in questo caso il costo di cycling la rende anche uno dei migliori attivatori dell’archetipo.

Heightened Reflexes – 2

Due solo per il costo irrisorio e il counter che resta, ma in genere non faccio largo uso di questi combat trick e finisco quasi sempre per tagliarli in favore di altro.

Lava Serpent – 2.5

Piacevole aggiunta ai mazzi cycling per le poche partite che si protraggono oltre il quinto turno, ottima combinazione con Rooting Moloch, soprattutto se giocati entrambi in curva. In generale comunque è una facile inclusione in ogni mazzo rosso grazie alla sua abilità che non lo rende mai un peso da tenere in mano.

Prickly Marmoset – 3

State draftando cycling? Prendete tutte le scimmie che vi passano davanti. Non state draftando cycling? Meditate sulle vostre scelte di vita e prendete comunque le scimmie, perché qualche carta con cycling nel mazzo ve la ritroverete di sicuro e nel peggiore dei casi vi ritroverete comunque con uno dei migliori drop a 3 dell’intero set.

Pyroceratops – 1.5

Questa carta mi ricorda moltissimo [mtgcard]Spellgorger Weird[/mtgcard] di War of the Spark. con la differenza che in questo set è molto più difficile da sfruttare. I mazzi creature non lo vogliono e i cycling nemmeno, relegandolo in strane build spell-matters dal dubbio successo.

Raking Claws – 2

Ciclo e double strike sono perfetti per quello che diventa facilmente il miglior amico di Reptilian Reflection e Prickly Marmoset. Mi ha fatto vincere più di un draft, arrivando a farmi fare fino a 16 danni di quinto con una Prickly Marmoset e tre cicli a 1. Non altrettanto performante in altri archetipi però.

Rumbling Rockslide – 3

4+ danni a costo 4 sono un buon modo di sbarazzarsi delle creature avversarie, anche se la velocità non è delle migliori.

Shredded Sails – 1

Tappabuchi in cycling in assenza di carte ciclabili a costo 1, per il resto è da relegare alla sideboard contro mazzi volanti, data la scarsità di artefatti in Ikoria.

Spelleater Wolverine – 2.5

Buona inclusione in ogni mazzo cycling o semplicemente ricco di istantanei e stregonerie, diventa anche un perfetto bersaglio per mutate in ogni mazzo in grado di fargli raggiungere double strike.

Tentative Connection – 1

Act of Treason a costo 4? No grazie. La maggior parte dei mazzi questa carta non vogliono nemmeno vederla, a meno di non ritrovarsi all’interno di oscure straegie menace/sacrifice. In quel caso probabilmente ve la passeranno comunque nei fondi delle buste e non merita assolutamente alcuna priorità.

Anche per oggi abbiamo finito con la nostra review, fateci sapere cosa ne pensate e ci ritroviamo alla prossima puntata con l’analisi del verde.



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline