Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

Hit, Miss & Maybe di M21

Autore Gamuele1996
il 01-07-2020

Condividi questo Post

Buongiorno a tutti!

Sono in un periodo piuttosto frenetico della mia vita: la laurea imminente, la tesi da scrivere, un esame da preparare, sto aiutando a gestire gli ingressi in periodo Covid in un club privato e…LO STREAMING!!!

Son troppo contento di aver iniziato a streammare! Me lo avete chiesto in tantissimi e devo dire che la mia più grande paura era quella di giocare malissimo o troppo distratto dalla chat ma sinceramente mi sto divertendo come un matto e ho mille volte più voglia di giocare di prima!

All’inizio commettevo un po’ più di errori ma devo dire che è già qualche volta che streammo e la tensione iniziale non la sento più molto, in più a breve dovrei riuscire a sbloccare l’affiliazione a Twitch, cosa di cui son molto contento.

Prometto di impegnarmi al massimo e di proseguire con lo streaming perché davvero mi state riempiendo le giornate di tanto divertimento ed è bellissimo condividere la mia passione con gli altri, poi devo dire che soffro tantissimo i periodi in cui ho poco da fare, quindi avere un nuovo impegno mi fa troppo felice.

Detto questo, oggi vorrei fare uno dei miei soliti elenchi puntati per parlare di 4 carte di M21 che secondo me si riveleranno fortissime in questo standard, 4 carte che invece son un po’ sopravvalutate e 2 carte che penso possano avere del potenziale se sfruttate nel giusto modo.

Quindi non perdiamoci in chiacchiere e parliamo subito delle 4 hit, dei 4 miss e dei 2 maybe dell’espansione.

Ricordo soltanto che questo è un articolo pensato per lo Standard, quindi ovviamente i giudizi che do non sono estendibili ad altri formati.

HIT:

  • Scavenging Ooze: non fatemi arrabbiare e non dormite sulla melma (doppio senso pessimo non voluto)! Questa carta sarà a dir poco micidiale, ma non soltanto per il fatto che è intrinsecamente forte, ma perché due dei tier del momento sono Jund e Rakdos sacrifice, entrambi mazzi che sono fortemente dipendenti dalla combo Witch’s Oven e Cauldron Familiar. Senza contare il fatto che ci sono migliaia e migliaia di Uro, Titan of Nature’s Wrath nei mazzi pronti a essere esiliati appena toccano il cimitero. Melma è posizionata benissimo e sarà una brutta sorpresa di main e una triste certezza di side, non fatevi trovare impreparati, anche perché tutte le strategie verdi possono beneficiarne, non occorrono requirements specifici nelle build dei mazzi.
  • Jolrael, Mwonvuli Recluse: carta di un altro livello. Scomba pressochè con tutte le carte di bant ramp e in generale le strategie verdi accompagnate dal blu amano pescare. Questo orsetto in brevissimo tempo può creare un’armata di gatti 2/2 e terminare la partita da solo. E’ una carta un po’ match up dependent, nel senso che nei mirror di control per esempio può essere letale dal momento che per farla funzionare occorre non fare assolutamente nulla, giocarla di secondo e perseverare nel proprio normalissimo game plan pescando più carte a turno fino a che il nostro avversario sprovvisto di wratte o spot removal post side verrà annichilito. Contro altri mazzi, come mono red con Bonecrusher Giant o Shock o strategie aggressive in generale o mazzi pieni zeppi di removal potrebbe non essere altrettanto valida, ma anche qua si inserisce bene come potenziale carta da side per i match up dove può esprimere al meglio la propria forza, attenti a Jolrael perché ci perderemo più di una volta!
  • Mazemind Tome: carta molto più forte di quel che sembra, fa esattamente tutto quello che i control vorrebbero da un drop a 2. In early game aiuta con lo scry a trovare quel che ci serve, come magari le terre e qualche turno dopo può ciclarsi e guadagnare 4, cosa che è solo la peggiore delle ipotesi, in quanto se non siamo sotto pressione questa carta letteralmente ci farà pescare 4 carte al prezzo di una e ci regalerà pure 4 vite. Forte in early, forte in late, questo artefatto sarà molto fastidioso nei match up che vanno per le lunghe. Non dimentichiamoci poi del fatto che è un artefatto, di conseguenza tutti i mazzi possono utilizzarlo! Non escludo di vederlo nelle side di mazzi aggressivi che post side in mirror vogliono interpretare il ruolo di midrange concentrandosi sulle rimozioni e sul card advantage e usufruire della ciliegina sulla torta dei 4 punti vita guadagnati per conquistare il late game contro un avversario rapido ma non pronto ad affrontare una partita lunga.
  • Lofty Denial: questo counter darà molto fastidio! Sappiamo tutti quanto siano forti Daze e Mana Leak – benchè questo non sia sicuramente ai livelli del primo -.  In early, Lofty Denial potrà counterare le spell in curva tassandole di 1 mana e poi in late 4 mana diventano una peso spesso insostenibile. Non dimentichiamo inoltre la combo con Spectral Sailor, che aggiunge un buon valore alla carta rendendolo un “hard counter” già dai primi turni o che può trasformarlo in tale con l’aggiunta di un solo mana. Chissà quante volte aspetteremo un turno per girare intorno a questa carta per poi vederci flashare un sailor e ritrovarci impossibilitati a giocarci attorno in ogni caso!

MISS:

  • Archfiend’s Vessel: per me questa carta non verrà giocata e non reggerà l’hype iniziale. Lurrus of the Dream-Den è ormai una carta “nerfata” come companion e che compete con troppe carte più forti a 3 mana nei mazzi sacrifice, quindi il modo migliore per rianimarlo ce lo siamo giocati diciamo. Per il resto penso che la presenza di melma sia un grande pericolo e in generale non ci siano abbastanza incentivi per giocarlo. Non penso che ce la farà, peccato, mi piaceva molto.
  • Teferi, Master of Time: design fighissimo e carta non male, ma credo non sia abbastanza. Certo, si protegge da solo e con l’abilità di loot ci permette di trovare in fretta quel che serve, ha pure un ultimate molto valida, però secondo me ormai siamo in un’era in cui non è abbastanza. Non sto dicendo che sia scarso, sto dicendo che sarà una carta un po’ sullo stile di Tamiyo, Collector of Tales, si giocherà in un paio di copie in bant e sarà un pilastro portante di eventuali strategie bicolor control come ad esempio uw. Non sono convinto però né che uw o ub saranno particolarmente giocati né che in bant questo 2x (su 80 carte spesso e volentieri) si rivelerà irrinunciabile. Effettivamente mi ricorda davvero molto Tamiyo nel senso che Teferi sembra molto forte nei mirror midrange/control, mentre Tamiyo era efficace contro br sacrifice, però non son universalmente carte da tutti i match up, cosa che mi rende un po’ scettico, ma sarò felice di sbagliarmi.
  • Chandra’s Incinerator: capisco l’hype, capisco la potenza – teorica – della carta ma di solito queste carte qua alla fine della fiera non ce la fanno. E’ vero che scontare il mana è fortissimo, ma è anche vero che qua per scontare il mana è necessario fare qualcosa di attivo nel turno e esporsi a eventuali counters altrui sparando delle burn spells sub-ottimali al nostro avversario per poi provare a risolvere un payoff che non risolverà. Stesso discorso vale per le eventuali discard spells, sarà facile toglierci degli spari per lasciarci con una carta difficilmente castabile. Inoltre, le carte che fanno più danni in mazzi come mono red son sempre le creature, che creano partenze rapide, non certo turno 5 due carte come Lightning Strike seguite da un 6/6. Anche qualora tutto questo dovesse riuscire alla perfezione, rimane comunque un drop che non ha un’abilità enter the battlefield e più essere facilmente ucciso/rimbalzato. Mi spiace, ma “per me è no.” Cit.
  • Elder Gargaroth: qua ero molto tentato dal fare un flame incredibile già mesi fa, ma sono stato tranquillo e ho perseverato nella mia visione del mondo basata sul rispetto reciproco e sull’ astenersi dal litigare con altre persone senza nessun motivo. Chissà come sarebbe Magic se si impegnassero tutti a rimanere calmi con chi non la pensa come loro. Non mi piace questa carta, per niente, ho visto numerosi giocatori gridare allo scandalo, al ban immediato, alla follia della Wizards e cose su questa lunghezza d’onda. Non voglio dire che questa bestia faccia schifo perché ovviamente non è così, ma vorrei far notare come occorra sempre andare con i piedi di piombo quando si analizzano carte dal costo di mana alto. Innanzitutto, questa compete attivamente con Nissa, Who Shakes the World, che crea un 3/3 e del mana addizionale appena entra e il turno dopo di solito se si stappa con il planeswalker in campo si vince. Ora, già così mi sembra non regga il confronto, se poi aggiungiamo che non ha una enter the battlefield e che muore da qualsiasi removal e viene anche rimbalzato da T3feri, per me non ci siamo assolutamente. Non mi stupirei se lo vedessi mono per di side sporadicamente in qualche lista e basta.

MAYBE:

  • Liliana’s Standard Bearer: Questa carta non è male per niente, non solo protegge gli aggro dalle wratte, ma può anche avere un gran bel valore in tutti i match up dove si tradano tante creature o contro i mazzi con multiple removal. Il body non è incredibile ma strategie aggressive tipo br/bw potrebbero non disdegnare una cosa del genere. Io sarei contento di giocarlo, vediamo.
  • Alpine Houndmaster questo lo metto tra i maybe ma solo perché mi sembra che nessuno lo prenda sul serio, quindi prendo in considerazione l’ipotesi di essere matto io, ma per me è già clamorosamente una HIT. Squadron Hawk era una bomba incredibile e questo non sarà da meno, capisco che facciano ridere i vari gatti, cani e compagnia bella ma, MAYBE, non ci siamo ancora accorti che questo è una mina incredibile nella shell giusta. Embercleave è la sua migliore amica.

Ringrazio tutti i miei lettori, vi lascio il link al mio canale Twitch così se volete seguirmi possiamo gasarci un po’ di Standard insieme e vedere se avevo ragione su tutto!

Samuele Gallinari



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline