Giocatore medio - Magic the Gathering Articoli, Mazzi, e Strategia

GMDM Interview: Luca Magni – Rivals

Autore ReFlax
il 14-09-2020

Sommario

Condividi questo Post

Buongiorno a tutti dal vostro Flavio “Reflax” Pisani! Dopo l’intervista al ProfumatoTk riprendiamo con le domande medie medie parlando con uno dei migliori player italiani fresco dalla sua esperienza al Mythic Invitational: Luca Magni!

 

1) Domanda classica per iniziare: chi sei? Parlaci un po’ della tua storia nel Magic competitivo

La mia storia inizia 17 anni fa. Mi sono innamorato dei giochi di carte a 12 anni quando nel 2003 trasmisero i primi episodi di Yu-Gi-Oh! su Italia Uno e da allora non ho mai smesso coi TCG, mantenendo sempre e sin da subito una mentalità competitiva.

Dal 2003 al 2008 Yu-Gi-Oh! con una Top8 ai nazionali, una Top16 agli europei e una partecipazione ai mondiali di Tokyo. Dal 2008 al 2013 il TCG di World of Warcraft (che tra digitalizzazione e semplificazione si è poi trasformato nel più famoso Hearthstone) con molteplici titoli nazionali, una Top4 agli europei e due buoni piazzamenti ai mondiali.

Nel 2013, con l’uscita di Gatecrash, mi sono infine spostato su Magic e, da quel che sembra, sarà una relazione che durerà ancora per molto!Nei primi miei sei anni di Magic sono andato molto spesso vicino a qualificarmi al Pro Tour, riuscendoci solo una volta con Battle for Zendikar, dall’estate dell’anno scorso però i miei sforzi hanno iniziato a essere premiati con una vittoria al PTQ Milano, una Top8 al GP Richmond, due partecipazioni ai MC/PT e l’ingresso nella Magic Rivals League.

2) Qual è stata la volta dove ti sei sentito di aver raggiunto il livello più alto in un torneo? E ci sono stati momenti dove, in seguito a delusioni, volevi mollare?

Mi credi se ti dico che è successo tutto nello stesso giorno? Nel 2015 al mio primo Pro Tour con Battle for Zendikar a un certo punto mi sono ritrovato al tavolo 3 sul 10-3 con solo 3 turni rimasti. Con un 2-0 sarei riuscito a pattare l’ultima e ad entrare in Top8! Vincendone invece anche una sola avrei ottenuto invito e volo per il Pro Tour successivo. Mi sentivo veramente ad un passo da un gran successo.

La sorte ha voluto che perdessi tutti e tre i round.

Sono caduto in depressione per tutto il resto del giorno, già all’indomani però mi sono ripreso e mi sono ripromesso di non arrendermi e andare avanti, con l’obiettivo di tornare a giocare in un evento del genere ed ottenere un risultato migliore.

3) Rivals: ti aspettavi questa convocazione da parte di WotC? Come hai reagito quando hai avuto la notizia?

La convocazione è stata in base ai Mythic Points ottenuti tramite gli eventi mensili di Arena (da gennaio a giugno), quindi era del tutto aspettata una volta che è stata resa pubblica la classifica finale. Va detto però che c’è stato qualche giorno di attesa prima di questa pubblicazione, giorni che ho passato con una leggera ansia a perlustrare Twitter per cercare di scoprire che risultato avessero ottenuto gli altri possibili candidati. Nonostante questo, non è stato possibile avere un’idea certa della classifica prima che uscisse ufficialmente sul sito WotC (magic.gg/standings). Sapevo di avere delle buone chance di avere raggiunto la quota di punti necessaria, ma ho dovuto aspettare con un po’ di sudore sulla fronte l’aggiornamento degli standings.

Devo ammettere che la gioia è stata grande quando finalmente i dati definitivi sono stati rivelati dalla WotC.

4) Parliamo di Mythic Invitational e togliamoci subito la domanda più ovvia: quale mazzo hai scelto e perché?

Ho portato MonoR Goblins e l’ho scelto perché, in base al mio testing, è un mazzo che mediamente parte avvantaggiato a meno che l’avversario non abbia un mazzo mooolto preparato per il match-up. Mi aspettavo un hate medio ma non alto e quindi con questa previsione mi è sembrato logico affidarmi ai goblin.

All’Invitational infatti poi sono riusciti a far bene, qualche piccola eccezione a parte, solo quelli pieni di Aether Gust e/o di Witch’s Vengeance. Quelli che non sono andati giù con la mano pesante hanno abbastanza faticato.

5) Hai chiuso con un ottimo risultato. Ovviamente alla griglia di partenza volevi dare il meglio. Sei rimasto soddisfatto delle tue prestazioni? Ci sono stati match che ricordi positivamente in particolare o scenari dove ti sei mangiato le mani?

Sono molto soddisfatto di ciò che ho ottenuto.

L’unico dispiacere è stata una sconfitta contro Gruul, contro cui in G1 ho dovuto mulligare a 3! Mentre in G3, con lui on the play, ha aperto una mano fortissima e sono morto al suo quarto turno, con un mio Muxus che sarebbe entrato in campo al turno successivo.

6) Questo è stato un Mythic Invitational particolare dato il suo svolgimento da casa per i partecipanti. Come ti è sembrata questa cosa? Ti ha aiutato a concentrarti o ha abbattuto il livello di attenzione?

Sono abbastanza “bravo” nell’ isolarmi mentalmente durante una partita, sia essa dal vivo o digitale, non ho quindi sentito particolari differenze. Unica eccezione l’attenzione aggiuntiva richiesta per evitare i misclick.

Misclick che purtroppo sono comunque successi ben due volte, per fortuna in entrambi i casi non ha influenzato l’esito del game.

7) Per quel che riguarda la preparazione a questo torneo: come ti sei allenato? Per il testing sfruttavi solamente la ladder di Arena o comunque ti sei organizzato con un gruppo mirato di playtest? Come consiglieresti, in generale, di prepararsi?

Ho giocato sia un po’ in ladder che un po’ tramite direct challenge. Tendo ad usare la prima per quando voglio farmi un’ idea generale del metagame o trovare nuovi spunti, la seconda invece quando voglio testare dei match-up specifici.

Un’altra ottima maniera di prepararsi senza neanche aprire Arena è guardare Twitch! Bisogna essere in grado di individuare le persone giuste da seguire e di cui fidarsi, ma una volta superato questo passaggio si ha accesso a un sacco di informazioni utili, soprattutto se si tratta di persone disponibili a rispondere ai dubbi che vengono posti in chat!

8) A proposito di Twitch, parliamo del tuo neo inaugurato canale. Giocare di fronte a del pubblico online con cui confrontarti e a cui “giustificare” le tue mosse e scelte quanto cambia rispetto al gioco a cui eri abituato? Senti che questo dialogo con la chat ti aiuti a ragionare sulle tue scelte o ti mette in difficoltà?

Ho iniziato da poco a streammare e devo ammettere che al momento mi devo ancora abituare a gestire la chat e spiegare a voce le mie scelte di gioco cercando allo stesso tempo di inviduare le linee migliori.

In questi primi giorni mi è capitato spesso di compiere degli stupidi errori di distrazione, la speranza però è che pian piano e con l’esperienza si affievoliscano sempre di più.

Ritengo che l’interazione con la chat sia fondamentale per creare un buon rapporto coi propri spettatori e nella mia testa l’ideale sarebbe poter offrire del gameplay interessante accompagnato da un consistente coinvolgimento nei confronti di chi sta guardando e scrivendo.

9) Sei arrivato a quella che molti player definirebbero un punto vicino alla vetta. Come ci sei riuscito? Credi che, in linea generale, sia in gran parte talento e un po’ di allenamento o viceversa chi più si allena più sale? E, nel caso, quanto e come ti alleni per eccellere in MTG?

Credo sia importante avere anche una predisposizione ai TCG. Per quanto riguarda l’allenamento invece, ribadisco quanto detto nella risposta alla settima domanda: guardare qualcuno di bravo allenarsi su Twitch è fruttuoso tanto quanto allenarsi per conto proprio, col vantaggio però che con gli stream si riesce mediamente ad ottenere più dati in rapporto al tempo speso. Io stesso personalmente, quando mi devo preparare per un evento, dedico più ore al giorno (direi tra le 3 e le 4) ad osservare gli stream di giocatori in gamba in confronto a quelle dedicate all’effettivo playtesting personale, che di solito, se non contiamo quelle in streaming sul mio canale, si aggirano a 1 ora al giorno o anche meno.

10) Meme question: MIC&burrito. Ne hai mangiati anche tu o sei rimasto su un’italianissima lasagna?! Qual è il tuo comfort food durante una lunghissima sessione di testing?!

Adoro la cucina italiana e raramente me ne discosto. Mentre gioco difficilmente mi viene appetito, ma se devo sceglierne uno il mio snack preferito durante il playtest è senza dubbio il cioccolato, che anche a poche dosi mi dà tutta l’energia che mi serve per mantenere un buon livello di concentrazione. Voto “diesci”, consigliato!

11) Grazie mille per la chiaccherata! Per concludere, dove e quando ti possiamo trovare online?

Il mio profilo Twitter è www.twitter.com/lordofironforge. Sul mio canale Twitch invece, www.twitch.tv/lordofironforge, la mia programmazione è di 5 giorni a settimana: dal lunedì al venerdì dalle 20:00 alle 24:00, eccetto il mercoledì dalle 16:00 alle 20:00.



LIVE ORA! Cliccare per Vedere
Al momento Offline