open

Ciao a tutti, mi presento, sono Lorenzo Terlizzi (aka terlollo15) e sono un giocatore del Team Labirinto Bollate. Da quando è iniziata la pandemia ho iniziato a giocare sempre di più a Magic Arena e a partecipare a qualche evento importante online che mi ha indubbiamente aiutato particolarmente a migliorare la mia visione e il mio stile di gioco.

Ma ora, finite le presentazioni, passiamo al punto focale dell’articolo: il formato Historic.

Il presupposto principale della sua nascita è stato quello di far sì che le carte ruotate fuori dallo standard non rimanessero completamente inutilizzate, sul sito del GMDM ne parlavamo proprio qui a questo link. Da quando è entrato nello scenario di Magic competitivo, questo formato ha visto diversi cambi del metagame, soprattutto a causa del susseguirsi di molteplici ban e sospensioni (che funzionano come dei ban temporanei) riguardanti: Agent of Treachery, Field of the Dead, Fires of Invention, Nexus of Fate, Oko, Thief of Crowns, Once Upon a Time, Teferi, Time Raveler, Veil of Summer, Wilderness Reclamation e Winota, mentre Omanth, Locus of Creation è l’unica carta per ora sospesa.

LO ZENDIKAR CHAMPIONSHIP

Durante quest’ultimo weekend si è tenuto lo Zendikar Rising Championship (in parole povere è il pt su Arena) che ha visto 183 giocatori fronteggiarsi in 7 round di svizzera al day 1, di cui 3 turni di Historic seguiti da 4 di Standard e il day 2 con 8 round divisi in 4 di Historic e 4 di Standard. Per finire tutta la top 8 è stata Historic. Per quanto riguarda quest’ultimo formato il metagame è stato come di seguito:

Diversamente da quanto molti si aspettavano, il mazzo più giocato non è stato Sultai/4C Midrange, ma Jund/Rakdos Sacrifice, anche se per Sacrifice il matchup con 4-Color sia particolarmente sfavorevole a causa di Yasharn, Implacable Earth che blocca letteralmente ogni funzione del mazzo; per questo molti giocatori hanno preferito giocare Rakdos, invece di Jund, per poter giocare Chandra, Torch of Defiance come risposta maindeck al Cinghiale 4/4.

A seguire vediamo Goblin che ha avuto meno della metà dei “piloti” dei mazzi sopracitati. Questo è un mazzo che ha come matchup negativo i mazzi Sacrifice, mentre se la gioca con Sultai/4-color.

La top 8 del torneo è stata poco variegata: 4 copie di 4-color Midrange (2 dei quali erano i nostri italiani Mengu e Magni!), 2 Sultai, 1 Goblins e 1 UW Control. Quest’ultimo ha vinto l’intero torneo rimanendo imbattuto per tutti i 10 round giocati di Historic!

Winrate

Di seguito, si può vedere il winrate dei diversi mazzi presenti nel torneo con i rispettivi matchup (purtroppo non vedo nessun mazzo cammelli… D: )

Come si può notare, nonostante fosse l’archetipo con più giocatori, 4-Color Midrange ha prevalso nettamente sugli altri presentando un winrate di poco meno del 58% e suo “fratello” Sultai un solido 54%. Diversamente, i mazzi Sacrifice hanno underperformato, Jund ha sfiorato il 50% e Rakdos un sufficiente 52% di winrate, sicuramente a causa del bruttissimo matchup con 4-Color. Goblins ha ottenuto un risultato persino peggiore di Sacrifice, vincendo il 45% delle partite: questo scarso risultato è dovuto ad una scarsa performance con i 2 archetipi più giocati del formato. Peggior winrate in assoluto, invece, spetta ad Azorius Auras, che ha vinto meno di un terzo delle partite.

Per quanto riguarda il mazzo che ha vinto il torneo, ossia Azorius Control, sembra che abbia ottenuto un gran numero di vittorie solamente nelle mani dello scozzese Brad Barclay, visto il 48% di winrate complessivo. Un archetipo, a mio parere, potenzialmente molto interessante per il metagame a venire è Dimir Control: sembra che abbia un matchup molto buono con i mazzi midrange, quindi se ci si aspetta un meta con una gran prevalenza di Sultai e 4-Color potrebbe essere la scelta giusta.

L’ Arena Open

Questo fine settimana (il 12 e il 13 dicembre) si terrà l’Arena Open, con formato Historic, della durata di 2 giorni. Al day 1 si può scegliere di fare best of 1 o best of 3, nel primo caso bisogna fare 7 vittorie e non più di 2 sconfitte per qualificarsi al day 2, mentre per Bo3 serve un secco 4-0. Per il day 1 si hanno illimitati tentativi. Mentre per quanto riguarda il day 2, sarà Bo3, si gioca fino al raggiungimento di 7 vittorie o 2 sconfitte e con 6 vittorie si portano a casa 1K$ e con 7 vittorie 2K$.

Visti i risultati dello Zendikar Rising Championship mi pare chiaro che Four-Color Midrange sia il miglior mazzo del formato, perchè riesce ad attaccare il metagame da diversi angoli e gioca una carta al limite del ban: Uro, Titan of Nature’s Wrath.

Personalmente sono un grande amante dei mazzi Sacrifice, ma in questo momento reputo che, purtroppo, soffrano troppo da Yasharn e quindi non siano una buona scelta per questo metagame. Goblin, potrebbe vedere un aumento di popolarità, anche grazie ad una piccola scomparsa dei mazzi Sacrifice, perciò è necessario essere preparati per il matchup. Azorius Control è un altro mazzo che verrà sicuramente giocato di più rispetto all’ultimo torneo, perciò bisogna avere un buon piano di sideboard con ulteriori scartini o counter. In ogni caso, sono convinto che circa due terzi del metagame, ad un qualsiasi torneo Historic, verrà composto da 4C, Sultai, mazzi Sacrifice e Goblins.

Perciò la scelta sarà tra: avere un mazzo con un buon matchup con almeno 2 su 3 degli archetipi sopracitati, oppure giocare 4 Color. Io ho optato per quest’ultima.

Questa è la lista che giocherei ora; probabilmente farò ancora un paio di aggiustamenti nei prossimi due giorni di testing. Tale’s End è un’aggiunta sperimentata da molti dopo il Championship, nella maggior parte dei casi è stata messa al posto di Essence Scatter e penso che sia una scelta decisamente migliore perché è molto più versatile e countera le carte che ti preoccupano di più (tutti i planeswalker, Uro, Muxus, Krenko, Korvold e molte abilità che avvantaggiano l’avversario). 

Se avete qualsiasi dubbio, domanda o suggerimento potete contattarmi direttamente su Facebook (Lorenzo Terlizzi) e, se vi va, potete lasciare un follow al mio canale twitch e a quello del Labirinto per rimanere sempre aggiornati e potermi vedere giocare il mazzo!

Inoltre, la prossima settimana si terrà il Kaldheim Qualifier Weekend che sarà sempre Historic, perciò tenetevi aggiornati perché farò delle ulteriori osservazioni dopo l’Arena Open in preparazione a tale torneo.

Grazie per aver letto l’articolo e spero vi sia stato utile!

terlollo15