Cari giocatori medi siamo tornati con Alessandro Rizzo! Dopo vari risultati con mazzi multicolor tra cui Atraxa ecco che compare Niv-Mizzet Reborn. Vincitore del torneo “CIVIL WAR”.

Decklist

Qui la decklist completa del mazzo di Alessandro Rizzo:

https://www.igmdm.com/decklists/niv-mizzet-reborn-alessandro-rizzo/

Le domande

  • Ci avevi già parlato del tuo interesso verso i commander tetra o penta in Centurion. Possiamo dire che il multicolor è il tuo elemento?

Ciao a tutti e rieccoci qua, come sempre è un piacere essere ospite della vostra intervista. Esattamente, sono conosciuto per giocare con quanti piu’ colori possibili, in modo da poter giocare tutte le carte che mi piacciono. E devo dire che funziona piuttosto bene, non a caso prima di Niv-Mizzet Reborn e Atraxa ho portato a tanti tornei anche la mia amata Breya, the Etherium Shaper che ahimè è poi finita (giustamente) in banlist.

  • Cosa ti ha fatto scegliere questo comandante in particolare?

Da amante dei Pentacolor con l’uscita di War Of The Spark mi sono subito innamorato di questo drago. Sarò sincero non ho subito pensato ad un mazzo intorno a lui, poi ho notato alcune top 8 e mi sono incuriosito. Inizialmente aveva una strategia Scapeshift tutorato di Bring To Light. Ho pensato di sfruttare maggiormente il comandante come chiusura, togliere Scapeshift alleggerendo la manabase e trasformare il mazzo in un midrange-control.

  • L’abilità di Niv-Mizzet permette di interagire con un’ampia gamma di carte, hai una strategia preferita o punti sulla versatilità?

La strategia principale è rampare con elfi e rampini nei primi 2/3 turni e tenere a bada l’avversario tramite rimozioni e scartini. Fare piu vantaggio possibile grazie alle molteplici carte che ci permettono di fare 2×1 per limare le risorse avversarie.

Match-up

  • Nel corso dell’evento, quali sono stati i match-up più problematici?

Questi i match affrontati:

Credo che il più problematico sia stato Hogaak! vincendo il Dado sono stato agevolato ma il mio avversario mi ha presentato il suo comandante a Turno 2 ed un 8/8 non è facile da gestire. Fortunatamente son riuscito a distruggerlo sempre prima che mi mangiasse vivo.

  • quali sono stati invece quelli più favorevoli?

Il piu’ favorevole sulla carta (anche se poi si è rivelato comunque una partita molto dura ) era il fratellino minore Niv-Mizzet Parun. La mia paura piu’ grande era la chiusura di combo con curiosity (infatti ci ho perso un game) e magus della luna o blood moon. In g3 il mio avversario ha deciso di stupirmi con una bellissima Ruination che mi ha lasciato completamente senza terre. Per fortuna sono riuscito a risolvere il mio Niv Mizzet un turno prima portando la vittoria a casa in pochi turni.

Domanda finale e saluti

  • Un’ultima domanda: dopo questa incursione su Ravnica, c’è una gilda che preferisci? E per i prossimi mazzi conti di rimanere sul pentacolor o ti concentrerai su qualche colore in particolare?

La gilda che preferisco è la Rakdos, ha un sacco di carte che mi piacciono fra le quali Fire’s Covenant è una delle mie preferite in assoluto. Il mio color pie preferito sarebbe Yore (tutto tranne il verde) ma dopo Breya non hanno piu’ fatto uscire niente, infatti sono in trepidante attesa di nuove aggiunte per la command-zone!
Colgo l’occasione per ringraziare di nuovo il GMDM per questa divertente intervista, e tutti i giocatori che ho incontrato al torneo, i quali sono stati super cordiali ed educati, il che non è una cosa assolutamente da sottovalutare, alla prossima!

Invito tutti a seguire i canali del GMDM:

Youtube

Twitch

Instagram

Di Edoardo Rosadini

Fondatore del Giocatore Medio Di Magic e di tutti i gruppi ad esso annessi ma soprattutto giocatore di Magic! Ho iniziato a giocare a Magic relativamente presto ma competitivamente parlando solo da 4 anni. Ho raggiunto la qualifica ad un Pro Tour ed sono il vincitore della quattordicesima edizione dell'Ovino Modern! Prediligo mazzi Midrange e sono un fan delle mono - copie nei mazzi!