Jeska & Esior
Sommario

Buongiorno Centurion!
Tutto sommato, questo periodo non è così terribile: con Apocalisse si è chiusa la prima, grande storyline di Magic e questa nuova saga del Mirari promette bene… come dite? Non siamo nel 2001 ma nel 2021? È uscito un nuovo formato? Jeska è stata trasformata in Phage, poi è diventata una planeswalker e poi è stata trasformata in un mostro ancora peggiore?

Eppure sembra di essere tornati a vent’anni fa, quando Magic era composto da due, massimo tre colori e bastava un colpo d’occhio per costruire combo spropositate. Almeno questo è quello che traspare dai nuovi ban di Centurion approvati pochi giorni fa in seguito agli evidenti squilibri del meta causati da Commander Legends (ma non solo).

Perciò, mentre ci chiediamo se il primo film di Harry Potter sarà all’altezza del libro, diamo un’occhiata ai primi cambiamenti nella banlist per quest’anno.

Signora Jeska, mi è caduta sull’uccello!

https://c1.scryfall.com/file/scryfall-cards/large/front/4/8/48caf4c4-745c-4072-bf3d-1a3fa7c3bc9c.jpg?1608910278

Nel mio precedente articolo su Commander Legends, il pericolo posto da una carta come Jeska, Thrice Reborn era evidente dal principio. Se Hullbreacher e Opposition Agent sono indubbiamente scomodi, devono comunque essere pescati o tutorati, mentre Jeska è già a disposizione nella zona di comando per essere giocata troppo presto e con troppa efficacia in una partita 1v1. Più che doveroso, quindi, il ban per la chiara minaccia alla varietà del gioco.

Esior, Wandering Familiar invece era passato più in sordina all’inizio ma, considerata l’accelerazione che questa espansione ha voluto imprimere al formato, non ci è voluto molto prima che la sua abilità portasse a uno squilibrio nel gioco:  con solo due mana si impone un costo aggiuntivo di 3 su tutti i removal più usati, proteggendo comandanti già rapidi a loro volta come Jeska. Come abilità sarebbe stata molta più accettabile con una creatura dal CMC più elevato, magari Eligeth, che purtroppo si è rivelato una delusione.

Per quanto riguarda Rograkh, Son of Rohgahh, forse discendente di Pdor, il suo nome non ha certo distratto i giocatori dagli evidenti vantaggi offerti da un comandante a costo 0. Troppo facile l’accoppiata con Tevesh Szat, Doom of Fools, troppo comoda la sinergia con Mox Amber e, ancora una volta, troppo rapido l’effetto in una partita 1v1.

Il problema in tutti e tre i casi è da ricercare nella meccanica partner, sulla quale si è incentrata l’intera espansione ma che (come se questo fosse una sorpresa, d’altra parte) non è stata bilanciata a dovere. Si spera che, con l’eliminazione di queste scelte quasi obbligate, si possa avere una maggior varietà e che il centurion possa vivere momenti di tranquillità.

Certi colori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano

Se per i partner i ban risultano immediati da comprendere, diverso è il discorso per i tre istantanei Fierce Guardianship, Deadly Rollick e Deflecting Swat. È vero che si può evadere il loro costo di mana senza ricadute ma, in questo caso, perché non estendere il ban anche agli altri due del ciclo?

A mio avviso, alla base c’è il timore che in Centurion si ripeta l’andamento, già conosciuto in altri formati, che ha portato a favorire i soliti tre colori (blu, nero e rosso) grazie ai quali un istantaneo gratuito può avere un effetto molto più pesante del previsto. Un discorso simile si può fare per Emry, Lurker of the Loch, anche lei vittima del ban: prima o poi, gli artefatti a costo zero uniti al blu sono destinati a subire delle limitazioni.

Si comprende l’intenzione di non voler trasformare una partita di Commander 1v1 in Storm contro Affinity, e in quest’ottica si possono giustificare dei ban “preventivi”, ma non sarebbe male ricordare che anche il verde permette di costruire dei mazzi solidissimi e di recente ha avuto modo di debordare sull’intera color pie. Il rischio è quello di concentrarsi sui bersagli più evidenti portando a degli squilibri a lungo termine, meno immediati ma altrettanto dannosi.

Bargain magnifico, senza un’età

Da quanto abbiamo visto finora, il Grixis non sembra passarsela bene; eppure ecco che fra le carte sbannate compare Kess, Dissident Mage. La motivazione è legata, guarda caso, alle attuali velocità e aggressività del meta, aumentate al punto da rallentare Kess in modo considerevole rispetto ai primordi di Centurion.

A sorpresa torna anche Mind Twist, un’altra carta graziata dall’aumento sproporzionato del power level. La decisione è più che giusta: un tempo temuta come la peste, ha tuttora un discreto effetto ma è di certo limitata dall’essere una stregoneria e, ancora di più, dalla facilità delle pescate nel formato. Rivedere una vecchia conoscenza però è sempre un piacere, quindi speriamo che ci sia qualche mazzo in grado di ottimizzarla.

Il vero clou è però il rientro in scena di Yawgmoth’s Bargain. La riduzione dei punti vita a 25 ha giocato un ruolo fondamentale in questo senso, e i 21 anni trascorsi dalla sua drammatica apparizione hanno portato delle contromisure per una carta così temuta. Ciò nonostante, sento di fare due appunti: il primo è che considerare Bolas’ Citadel] un “competitor molto simile” è come sostenere che Nolan sia l’erede di Kubrick, il secondo è che questo incantesimo ha ancora molto da dire. Ci sarà qualche temerario che tenterà un Ad Nauseam con Angel’s Grace e Laboratory Maniac? Oppure pescheranno fino allo sfinimento con Vilis, Broker of Blood? Come si dice, lo scopriremo solo vivendo (e pagando punti vita).