Ban: la WotC ha una teoria?

Autore Edoardo Rosadini
il 2020-06-19
Ban: la WotC ha una teoria?

C'è stato un periodo in cui lo Standard era un formato "sicuro" e potevi spenderci dei soldi (conscio del fatto che le carte sarebbero ruotate fuori) senza temere che il ban-hammer ti colpisse. 

Questa certezza venne per la prima volta - dopo il primo e lontano Combo Winter con il set di Urza - scossa con Kaladesh ed Aether Revolt, queste edizioni furono "innovative" nel gioco andando ad introdurre una meccanica totalmente nuova: ENERGY. 
Durante quelle espansioni i ban cominciarono ad affacciarsi al lago dello Standard, specchiandosi in esso per poi irrimediabilmente cadervici dentro. 



Dopo uno Standard dominato da Aetherwork MarvelFelidar Guardian e Smuggler's Copter i ban furono necessari. Il loro scopo era quello di riequilibrare le sorti del gioco ma non fu così. 
Il problema di quello Standard, per quanto mi piacque giocare Energy (ma questo è un discorso a parte), fu la meccanica in sé: troppo forte da essere quasi obbligati a giocarla! Tanto da arrivare in un tempo successivo anche al ban del pizzaiolo più famoso di magic Rogue Refiner e di Attune With Aether.  Quello fu il primo esempio, nei tempi recenti, di una meccanica troppo forte per lo standard, infatti in altri formati con un maggior pool di carte è tranquillamente giocabile come per esempio in Pioneer. 


A causa di questi errori all'interno della R&D (Research And Development) di Wizard caddero alcune teste, alcuni dei progettisti furono licenziati, fu assunto uno staff nuovo di giocatori per testare le carte tra cui vi erano nomi altisonanti come:" Michael Majors" o "Tom Ross" ed il mondo di magic sembrò tornare alla tranquillità. 

Logica dei ban?

Dietro la logica dei ban Wizard a volte nasconde del mistero, spesso però sono ragionati. 
Uno di quelli che fece storcere il naso - non tanto per il ban in sé ma perché si decise di lasciare il vero problema giocabile - avvenne con Emrakul, The Promised End. La carta si giocava in due archetipi:


- Mazzi Midrange a base Delirium
- Mazzi Ramp con o senza Emerge. 

Data la presenza nel formato di Aetherworks Marvel lo standard divenne stagnante portando Temur Marvel a diventare il mazzo predominante nel meta sostituendo semplicemente Emrakul con Ulamog, The Ceaseless Hunger, cosa cambiò quindi? 
Nulla.

Prendiamo un altro esempio e facciamo un balzo in avanti. Ci dirigiamo verso Modern Horizon, una delle edizioni più dibattute dello scorso anno passando inizialmente alla luce ironicamente come:"Commander Horizon" per affermare che probabilmente nessuna di quelle carte sarebbe entrate in modern. Risultato? Magic ne fu completamente cambiato sotto molti aspetti. 


Due dei primi e fondamentali cambiamenti derivarono da Wrenn And Six e da Hogaak, Arisen Necropolis, quest' ultima carta che distrusse il Modern tanto da obbligare alcuni archetipi a giocare risposte maindeck quali Leyline Of The Void o Rest In Peace - e a volte erano adirittura inefficaci -. Risultato?
La Wizard decise di bannare una delle componenti del mazzo BridgeVine, ovvero Bridge From Below e, come fu ai tempi di Aetherworks Marvel il mazzo continuò a rimanere finché anche Hogaak non dovette, logicamente, essere bannato - cosa ai più ben chiara fin dall'inizio - . 
Ora, non sto dicendo che il ban di Bridge From Below non sia stato corretto ma con lei sarebbe dovuto sparire anche Hogaak.




Siamo quindi fermi a una logica di ban fatti in che modo?  Si è preferito cercare di limitare il problema andando a toglierne un' aggravante ma evitando di tagliarlo alla radice e lasciandolo libero di dominare ancora per qualche mese il formato e rovinarlo per tutti quelli che non si divertivano a giocare quell' aechetipo.

L'arrivo di War Of The Spark 

Lo Standard, superato quel momento di ban furioso, sembrò vivere un momento di pace finché non ci avvicinammo sempre di più all'edizione di mtg che maggiormente, a mio avviso, sancì una scissione nel Power Level delle carte da Standard. 

Caratteristiche:
War Of The Spark credo possa definirsi un' edizione unica e, come lo fu per la meccanica Energy ai tempi, rivoluzionaria. In cosa? Nei Planeswalker. Certo, questi esistevano già da prima ma l'introduzione di 36 Planeswalker aventi delle abilità passive fu totalmente rivoluzionario. 



Durante le prime Preview ricorderò per sempre la frase:" Uno lo sbagliano sicuro" per quanto sembra impossibile nessun di quei Planeswalkers si è avvicinato al Ban, forse colui più vicino a sfiorarlo fu Teferi, Time Raveler con cui si decise di regalare a Magic, in Standard, quasi due anni di Heartstone. In quel momento ci fu un cambiamento epocale in Standard, l'aumento del Power Level fu notevole e lo Standard che fino ad Ravnica Allegiance sembrò decisamente equilibrato venne totalmente scombussolato. 
Dopo poco fu introdotto Core Set 2020 e l'espansione non sembrava nulla di interessante tanto da rendere scarni anche i Prerelease che, di norma, sono molto popolati. Due carte però fecero il loro ingresso nel gioco: Field Of The DeadVeil Of Summer, che salutò il mondo e ogni formato di magic. 

Eldraine 

Non saprei nemmeno dove iniziare, in questa edizione ci sono così tante carte e meccaniche forti che il mondo dello Standard ne subì un'ondata addirittura peggiore rispetto all'avvento di War Of The Spark. 

Le avventure, per quanto furono rivoluzionarie come carte, dovettero cedere spazio a carte fuori da ogni logica e, prima su tutte: Oko, Thief Of Crowns
Anche questa espansione, come molte altre, fu sottovalutata.

La forza del Planeswalker Simic a tre mana venne ridicolizzata e, come spesso accade, finì per dominare ogni formato di Magic. Si arrivò addirittura a un Pro Tour con il 67.1% dei mazzi a base Oko. 

Il Planeswalker incominciò a dominare in Standard dopo il ban di Field Of The Dead. Questa carta rendeva il gioco semplicemente noioso:  incounterabile essendo una terra, bastava giocarla per creare un'orda di zombie e vincere le partite. Ma, anche con Field sbannata, Oko fece già qualche ottima apparizione diventando logicamente in un momento successivo l'unica carta ad avere un Power Level così alto da dominare lo Standard... o forse no? 

Durante il  GP Lione 2019 oltre gli innumerevoli mazzi a base Oko un altro mazzo decise di sfruttare una delle carte più scorrette del gioco: Fires Of Invention

Il mazzo nelle colorazioni Jeskai continuò ad evolversi nel tempo passando da un mazzo a base Planeswalker a una versione differenti che utilizzava i cavalcanti di Core Set 2020:
- Cavalier Of Flames
- Cavalier Of Gales 

Quindi andiamo a ricomporre un attimo le idee e vediamo i mazzi in ordine di forza che abbiamo avuto: 
- Field Of The Dead
- Mazzi a base Oko
- Mazzi a base Fires Of Invention 
- Mazzi a base Reclamation/ Sacrifice
-Rogue Decks



Cosa possiamo notare da questa scaletta? 
La maggior parte delle carte più forti di questo standard derivano tutte da una sola edizione: Throne Of Eldraine, gli unici che esulano da ciò sono i mazzi a base Wilderness Reclamation essendo la carta già presente fin dai tempi di Ravnica Alligiance ma tenuta in scacco da una moltitudine di carte tipo Teferi, Time Raveler e Narset, Parter Of Veils

Possiamo notare quindi enormi difetti di progettazione da parte di Wizard a partire in parte da Core Set 2020 e concretizzatosi maggiormente in Throne Of Eldraine. 

Il formato sicuro - quale era lo Standard - pian piano ha incominciato a diventare il formato del:" Quella carta è troppo forte, banniamola" e delle continue lamentele -a ragion veduta - da parte dei giocatori.

Ikoria ed i Companion: 

Durante il lockdown Ikoria fece il suo ingresso e insieme a essa una meccanica totalmente nuova, ormai la storia insegna che quando viene introdotta una nuova meccanica in Magic questa di base è troppo forte.

La meccanica Companion fu da molti snobbata se non definita:" insulsa" e cosa capitò? Che magic, come sempre, fu totalmente deformato dalla meccanica di questi Companion.

Erano e sono semplicemente troppo forti, partire con otto carte in mano di cui una non è nemmeno scartabile è sempre un vantaggio contro il nostro avversario e le limitazioni che impongono sono irrisorie rispetto il vantaggio che vanno a creare. 

Cosa accadde? Che la meccanica Companion portò, finalmente, al ban di Fires Of Invention mostrando quanto una carta che potesse idealmente generare quindici mana a turno cinque potesse essere pericolosa sia al momento attuale che con le edizioni future, infatti Throne Of Eldraine rimarrà dopo la rotazione! Pure gli stessi Companion dovettero subire un depotenziamento, cambiandone radicalmente la meccanica non potendoli bannare e dovendo ammettere un altro enorme difetto di progettazione.




Oggi: 

Siamo ai giorni nostri e vi ricordate la scaletta dei mazzi elencati precedentemente? Sotto i mazzi a base Fires Of Invention vi erano due archetipi messi da me circa a parimerito. Sto parlando di:

-  Temur Reclamation
- Sacrifice Decks (Jund o Rakdos) 

Cosa sta succedendo attualmente? Temur Reclamation si è preso il dominio dello standard, grazie anche a carte stampate successivamente che gli hanno permesso di girare attorno a ogni problematica che l'archetipo possa avere.

- Mystical Dispute: Per proteggersi da vari Teferi, Time Raveler giocati e poter proporre il proprio gioco indisturbati
- Shark Typhoon: Carta partita come "meme" inizialmente che sta mostrando tutta la propria forza, può essere ciclata tranquillamente nel turno avversario evadendo dall'abilità di Teferi, Time Raveler andando a risolvere in maniera semplicissima uno dei pali maggiori che il mazzo era costretto a risolvere. 

A cosa siamo arrivati? A uno standard al cui Mythic Champion Online di Arena ha portato più del 40% dei mazzi a base Reclamation. 
Come mai? Semplicemente perché avere a disposizione enormi quantità di mana in Magic da sempre è forte ed una volta sparita la carta che maggiormente abusava di questo mana in più generato, la seconda a svolgere in modo più che egregio questo compito ha preso il sopravvento. Risultato? Ora la gente chiede il ban, ban che a mio avviso si sarebbe già dovuto compiere insieme a Fires Of Invention ed Agent Of Treachery

La carta poteva sicuramente essere scritta meglio infatti se avesse fatto stappare le terre a "ogni stap" senza poter mettere in pila il suo trigger il problema sarebbe stato più che parzialmente risolto. 

Proviamo a dare un occhio leggermente al futuro e cosa vediamo?

Mettiamo che avvenga il ban di Wilderness Reclamation. Vi ricordate quale archetipo è direttamente collegato e "regolamentato" dal nostro incantesimo a cc4? I sacrifice decks. Vedremo un ban pure in quel mazzo?
Non possiamo ancora saperlo ma la storia pare insegnarci ciò.

In attesa di futuri ban spero che lo Standard possa tornare a rivivere il periodo di tranquillità di cui godeva una volta e, magari, che venga dato qualcosa di meglio al mana bianco che da anni ormai è relegato a semplice pattumiera degli altri colori. 






Recenti Tornei

Standard
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Pioneer
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Pauper
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Modern
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
  • Event
  • 04/05
  • gruul midrange obosh
Legacy
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Leggi L'Informativa
Ho Capito