Ikoria Limited Set Review: Archetipi e Meccaniche

Autore Andrea Rossi
il 2020-04-29
Ikoria Limited Set Review: Archetipi e Meccaniche

Cogliendo l'occasione dell'uscita del nuovo set Ikoria: Lair of Behemoths. ne approfittiamo per inaugurare oggi una nuova rubrica dedicata al formato Limited, con particolare attenzione per il Draft.

Iniziamo quindi con questo articolo a presentare in modo generale le nuove meccaniche introdotte dall'espansione e i principali archetipi a cui potremo fare affidamento trovandoci a costruire un mazzo in Draft Sealed, per poi proseguire con un'analisi mirata delle singole carte nei vari colori con i prossimi articoli della serie; il materiale da considerare è tanto, quindi cerchiamo di andare un po'più veloci del solito.

 

Le Meccaniche

Ikoria: Lair of Behemoths introduce due nuove meccaniche (mutate companion ) e ne riprende una evergreen che mancava da Amonkhet (cycling). Queste parole chiave vanno ad influenzare l'ambiente di gioco nei formati limited e condizionano pesantemente le valutazioni dei vari pick rendendo giocabili molte carte altrimenti indesiderabili; andiamo quindi a vederle più da vicino.


Mutate rappresenta un costo alternativo per il quale possiamo giocare una creatura ponendone la carta al di sotto o al di sopra di un non-human che controlliamo. La creatura risultante presenterà le statistiche della carta posta al di sopra insieme agli effetti di tutte le creature che si trovano sotto di lei. A differenza delle aure, rimuovere il bersaglio della mutazione prima che questa sia avvenuta risulterà comunque nell'entrata in campo della nuova creatura, evitando solo l'attivazione di eventuali trigger di Mutate. Infatti molte carte dotate di questa abilità presentano un secondo effetto che si verificherà ogni qualvolta la creatura venga mutata, alcuni dei quali molto potenti, e ovviamente ripetibili.
Ma in che modo Mutate influenza il gioco? Beh, normalmente in Magic: the Gathering è sconsigliato concentrare tutte le proprie risorse su una sola creatura, per non perderle tutte qualora questa venga rimossa dall'avversario, ma in questo caso mutare ripetutamente sullo stesso bersaglio più portare più benefici che svantaggi. Inoltre alcune carte apparentemente ridicole come Almighty Brushwagg aumentano improvvisamente di valore in quanto bersagli perfetti per essere mutati. Fornire ad una creatura più grossa trample e la possibilità di aumentare le proprie statistiche in late game, conduce a vittorie abbastanza inaspettate.


Companion è la seconda abilità esclusiva di Ikoria e ci ricorda moto il formato Commander da cui prende ispirazione. Ognuna delle dieci creature con questa abilità (una per ogni coppia di colori) potrà essere inserita nel nostro sideboard ed essere giocabile da lì qualora il mazzo rispetti alcuni requisiti specificati sulla carta. A causa di queste limitazioni alcune di queste carte non potranno sicuramente essere utilizzate come Companion in Limited, ma meritano quasi sempre l'inclusione all'interno delle 40 carte del mazzo. 
Come influenzano il formato? Molto poco. Vedere un companion avversario ad inizio partita ci darà qualche informazione in più sulla composizione del suo mazzo, ma la difficoltà di raggiungere i requisiti necessari e la rarità di queste carte non le renderà sicuramente impattanti quando Mutate, che può invece contare su numerose carte distribuite ad ogni livello di rarità.


Cycling è una meccanica conosciuta da tutti i giocatori di lunga data, ma per chi avesse bisogno di una rinfrescata: ciclare una carta permette di scartarla pagando il costo specificato per pescarne un'altra. Essendo un'abilità è più difficile da fermare se non con counterspell specifici e può essere attivata in qualunque momento. Ikoria: Lair of Behemoths contiene ben 44 carte con l'abilità cycling fra cui il ciclo di terre tricolori wedge, inoltre sono presenti creature e incantesimi in grado di ricompensarci per ogni carta ciclata oltre ad alcuni effetti aggiuntivi che si attivano quando è la carta stessa ad attivare l'abilità, come ad esempio Shark Typhoon. Come influenza il formato? Molte carte con cycling senza di esso sarebbero al massimo dei tappabuchi, ma poter avere sempre a disposizione la possibilità di sostituirle ogniqualvolta dovessero risultare inutili fa una notevole differenza; altre invece possono essere ciclate in early game per liberarci di una creatura dal costo proibitivo o in late game per fare la stessa cosa con un 1/1 o una terra che sarebbe ormai ingiocabile a quello stadio della partita.

 

Conclusa l'introduzione alle meccaniche, passiamo ora agli archetipi principali. Ikoria: Lair of Behemoths è un set tricolore wedge, ovvero in cui i colori sono combinati fra due vicini e il loro opposto. Per questo motivo sono presenti numerose carte multicolori, taplands bicolori comuni per fixare il mana, di conseguenza ci ritroveremo spesso a considerare lo splash di un terzo colore al nostro mazzo senza che la stabilità ne risenta eccessivamente.
Nonostante questo meccanismo però i temi principali intorno ai quali costruire i mazzi Limited sono distribuiti fra le diverse coppie di colori per facilitare il deckbuilding e aumentare la varietà all'interno del set; cinque coppie sono basate su keywords classiche che vengono riproposte in ogni set, mentre altre cinque sfruttano caratteristiche o abilità più proprie del piano di Ikoria.  Questi archetipi rappresentano delle ottime linee guida soprattutto per chi si approccia per la prima volta al formato, per cui andiamo ad analizzarli un po'più nel dettaglio.

 

Azorius (U/W) - Flying

Nulla di nuovo, questa combinazione di colori si basa molto spesso sull'alto numero di creature volanti di piccola e media dimensione che la caratterizzano, e questa volta non fa differenza.  Come le altre combinazioni di colori basate su una evergreen keyword, UW ha accesso ad una non comune a costo di mana ibrido in Jubilant Skybonder e un discreto supporto di carte monocolori come Wingspan Mentor.

Boros (R/W) - Cycling

Le combinazioni di colore che si basano su effetti caratteristici di Ikoria hanno accesso a ben tre carte non comuni bicolore a supporto del loro tema, in questo caso Savai Thundermane è una valida inclusione, mentre Zenith Flare può fungere da rimozione o chiudere partite. Con un alto numero di abilità che si attivano ogni volta che cicleremo una carta, il supporto alla meccanica sembra sufficientemente ampio, menzione speciale per Rooting Moloch che permette di rigiocare una carta con ciclo dal nostro cimitero e Prickly Marmoset  in grado di diventare enorme improvvisamente. Molte carte con l'abilità cycling nei vari colori richiedono mana incolore per la sua attivazione, motivo per cui includerne alcune al solo scopo di ciclarle qualora doveste avere un numero sufficiente di payoff può sempre essere un'opzione.

 Dimir (B/U) - Flash

Nello standard degli ultimi mesi ci siamo abituati ad associare questa abilità alla combinazione di colori GU, ma il cambiamento è decisamente interessante. Cunning Nightbonder è una carta che può portarci in questa direzione e Pouncing Shoreshark ha un'ottima combinazione di statistiche ed effetti per un'entrate in gioco ad effetto. Purtroppo con ben quattro bombe rare si tratta di uno degli archetipi con probabilmente meno supporto in quanto a comuni e più dipendente da cosa apriamo nella prima o nella seconda busta.

Golgari (B/G) - Cimitero

Nulla di inaspettato anche qui, ma alcune sinergie con il cimitero presenti in questa combinazione di colori non sono assolutamente da sottovalutare. Fra la possibilità di ciclare creature enormi come Titanoth Rex, Greater Sandwurm o Void Beckoner possiamo mettere nel cimitero esattamente quello che ci serve prima di giocare un Unbreakable Bond o un sorprendente Back for More. La maggior parte delle carte utili per l'archetipo si trovano a rarità comune e non comune, per cui potrebbe risultare uno dei mazzi più facili da assemblare anche in assenza di rare o mitiche.

Gruul (G/R) - Trample

Era facile immaginare che in un piano popolato da mostri giganteschi l'abilità travolgere finisse in qualche modo sotto ai riflettori, ed eccola qui. In grado di sfruttare al meglio una delle migliori creature non comuni del verde Hornbash Mentor e con addirittura rimozioni comuni come Ram Through in grado di far filtrare danni attraverso le creature nemiche, GR presenta una solida base di ciccioni pronti a calpestare ogni avversario, arrivando addirittura al punto di ignorare le creature bloccanti grazie a Proud Wildbonder.

Izzet (U/R) - Istantanei e Stregonerie

Nel pieno della filosofia Izzet, la strategia di questa gilda si basa sul giocare numerose magie non creatura e riprenderle in mano dal cimitero. Nonostante il grande numero di peschini e scartini, questo archetipo soffre forse il fatto di appartenere ad un set estremamente ricco di creature e scarso di istantanei e stregonerie, rischiando di avere difficoltà a stare in piedi da solo e funzionando meglio con un terzo colore di supporto. Nonostante ciò, Lore Drakkis e Sprite Dragon cercano di fare del loro meglio, e riusciranno sicuramente a rubare qualche partita.

Orzhov (B/W) - Humans

Ikoria sarà pure il piano dei mostri, ma gli umani resistono strenuamente. Con 15 creature che condividono questo tipo nei colori BW e premium removal come Dire Tactics gli umani possono velocemente prendere il controllo del board grazie al loro più grande punto di forza: il numero. Rinunciare ai vantaggi di mutate può essere una scelta difficile e lo scarso numero di umani nel set potrebbe rivelarsi un'azzardo rischioso su cui buttarsi da subito, ma possiamo essere abbastanza sicuri di vederci passate una o più Sanctuary Lockdown tardi nel draft, a patto di essere gli unici concentrati su questo archetipo. 

Rakdos (B/R) - Menace

La keyword che ci interessa qui compare solo nove volte all'interno del set come abilità di creature o che possiamo conferire, ma bastano uno o due Sonorous Howlbonder per poter passare ad ignorare completamente ogni avversario e far passare numerosi danni ogni turno. Non siamo nemmeno costretti a concentrarci sull'abilità, draftando quei colori ci ritroveremo comunque con una manciata di carte in grado di utilizzarla senza problemi in qualunque tipologia di mazzo. Peccato che una delle migliori creature a cui fornire menace sia Bristling Boar che si trova all'interno del colore verde, ma draftando BG GR non dovrebbe essere troppo difficile fargliela ottenere.

Selesnya (G/W) - Vigilance

Alle creature Bianco/Verdi a questo giro non piace essere tappate. Purtroppo per quanto Keensight Mentor possa essere una carta valida nel mazzo giusto, il bonder di questa combinazione di colori Alert Heedbonder presenta un effetto che non ci aiuta assolutamente a vincere la partita e sebbene le rare a supporto della meccanica siano ben due (Kaheera, the Orphanguard e Frondland Felidar) e pure ottime, sono l'unica cosa che può tentarci ad affrontare un archetipo del genere, e il più delle volte spero di non farmici convincere. 

Simic (U/G) - Mutate

Ok, questa è un po'più difficile da intuire perché le tre uncommon multicolori sembrano avere ben poco in comune fra di loro, ma Simic vuole che mutiate più creature possibili una sopra l'altra fino ad assicurarvi di essere voi il proprietario della bestia più grossa sul campo di battaglia. Primal Empathy vi aiuta a fare esattamente questo, ricompensandovi con pescate aggiuntive nel momento in cui doveste riuscirci. Parcelbeast e Trumpeting Gnarr sono ottime carte da mutare per rampare velocemente e ampliare la propria presenza sul board, ma le carte migliori qui sono probabilmente monocolori: Pollywog SymbioteEssence Symbiote incentivano le mutazioni, mentre la vera stella del set in quanto a bersaglio per mutate è inaspettatamente Almighty Brushwagg. Questo piccolino possiede tutti gli effetti che vogliamo vedere su una nostra creatura più grossa in late game e chiude le partite senza problemi.

 

Per oggi questo è tutto, se l'introduzione vi è piaciuta, ci rivediamo al prossimo appuntamento con la valutazione delle singole carte in draft, partendo ovviamente dal Bianco.





Recenti Tornei

Standard
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Pioneer
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Pauper
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Modern
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
  • Event
  • 04/05
  • gruul midrange obosh
Legacy
  • Torneo
  • Data
  • Vincitore
Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Leggi L'Informativa
Ho Capito