A differenza di quanto fatto con Kaladesh, dove alla fine mi sembra di averci abbastanza preso nel valutare gli archetipi migliori e peggiori, oggi useremo un altro approccio: non analizzeremo ogni singolo colore, ma gli archetipi suggeriti dalle carte multicolor. In particolare ci concentreremo sulle common e uncommon.
Se invece preferite una analisi colore per colore potete vedere quella di LSV sul sito di CFB (a pagamento).

Da una prima lettura dello spoiler questo set risulta molto più complicato di M21 e Kaladesh da analizzare, quindi alcune carte che reputo giocabili potrebbero rivelarsi delle totali schifezze.

WB Double Spell

Firja, Judge of Valor ci fa capire cosa vuole fare questo archetipo: giocare 2 spell ogni turno! Grazie a Firja difficilmente finiremo a corto di risorse e dobbiamo ricordarci che non siamo obbligati a giocare troppe spell prima di castare lei: alcune delle nostre spell le faremo con Foretell nei primi turni, in modo da castarle a costo più basso più avanti nella partita!

Ascent of the Worthy : saga che a prima lettura può sembrare bruttina, ma permette di fare delle giocate interessanti. Pensate di scegliere una vostra brutta creatura (essendo double spell ne avrete un po’), cosa fa il vostro oppo? Se attaccate non vi uccide niente, ma se attacca lui potete fare anche un triplo blocco su una sua creatura molto forte e perdere la vostra creatura peggiore. Inoltre col terzo capitolo non sarà difficile rianimare un drop a 3 (magari sacrificata con Great Hall of Starnheim o Village Rites). Questa saga non è da giocare a turno 3, ma a gioco avanzato quando avete inondato il board di creature.

La saga rara Firja’s Retribution è fortissima ovviamente: se il nostro avversario non uccide subito l’angelo 4/4 il turno dopo, oltre a prendersi 4 danni, perderà anche una sua creatura. Ovviamente se abbiamo anche altri angeli in gioco sarà davvero difficile perdere la partita.

Quali sono le carte migliori per questo archetipo? Quelle che possono spingerci verso questo archetipo, oltre a Firja, sono Infernal Pet, Bloodsky Berserker e Clarion Spirit.

Le spell adatte ad accompagnare le loro abilità sono quelle a basso costo di lancio, alcune delle quali non giocheremmo in altri archetipi (o formati): Codespell Cleric (che dopo aver fatto il suo lavoro può essere sacrificato con un Village Rites), Usher of the Fallen, Stalwart Walkyrie, Scorn Effigy, Elderfang Disciple. Alcune di queste cheap spell siamo contenti di scambiarle, in modo da poter usare in seguito carte come Weigh Down e Stalwart Walkyrie .

Non bisogna trascurare le carte con Foretell: possiamo utilizzare i primi turni per “sospenderle” e giocarne due nei turni successivi a costo ridotto. Per questo sono importanti carte come Iron Verdict e Doomskar Oracle per riguadagnare il tempo perso, Vengeful Reaper e Poison the Cup.

UW Foretell

Vega, the Watcher è una carta veramente forte che ci spinge subito dentro questo archetipo. Un 2/2 volare a costo 3 non è niente di che, ma la possibilità di pescare carte la fa andare over the top.

La saga uncommon Niko Defies Destiny ci incentiva a prendere quante più carte con foretell possibile. Il problema di foretell è che non influenziamo subito il board, quindi se lo facciamo a turno 2 e turno 3 dobbiamo fare in modo di recuperare il tempo perso. Se però facciamo foretell a turno 2 e 3 e giochiamo questa saga a turno 4 possiamo guadagnare 4 vite e il turno dopo fare doppia spell, in modo da recuperare il tempo perso. Se una di queste spell è Iron Verdict potremo riprenderla e fare un’altra rimozione in seguito.

La saga rara The Raven’s Warning è anch’essa davvero forte: col primo capitolo facciamo poco, ma ci permette di utilizzare il secondo capitolo (se abbiamo altre creature con volare, tipo Augury Raven, potremo pescare più di una carta); il terzo capitolo non è da sottovalutare, in quanto potremo prendere carte che normalmente lasciamo in side (Invoke the Divine, Divine Gambit se siamo disperati, Disdainful Stroke, Depart the Realm), compresa una terra nel caso ci servisse!

Quali sono le carte che meglio accompagnano questo archetipo? Le carte migliori con foretell sono Iron Verdict, Sheperd of the Cosmos, Behold the Multiverse, Augury Raven; mentre altre giocabili sono Gods’ Hall Guardian, Doomskar Oracle, Saw it Coming, Ravenform, Depart the Realm (utile anche rimbalzare le proprie saghe).

Per recuperare il tempo perso abbiamo bisogno di carte come Story Seeker, che ci permette di scambiare con una creatura dell’avversario e darci 2 vite che male non fanno.
Karfell Harbinger giocato al secondo turno ci permette di “sospendere” due carte al terzo turno.

BR Berserker aggro

Questo archetipo non ha un vero tema di fondo come UW o WB, ma è pur sempre il buon vecchio mazzo aggro che punta a scurvare, fare qualche rimozione, avere dei trick.

Kardur, Doomscourge è un chiaro esempio di quello che vogliamo fare: quando non siamo più nella posizione di poter attaccare obblighiamo il nostro avversario a farlo; in questo modo possiamo uccidergli delle piccole creature, fargli dei danni e avere la strada libera per un alpha strike il turno dopo.

La saga uncommon Kardur’s Vicious Return ci permette di sacrificare un pezzo ormai inutile per fare 3 danni e in seguito rianimare una creatura dandogli rapidità.

La saga rara The Bloodsky Massacre è molto forte e ci spinge e draftare quanti più Berserker possibile. L’ultimo capitolo, che può sembrare debole, ci permette invece di giocare tutte le spell pescate il turno prima.

Come già detto questo archetipo è molto aggressivo e pieno di drop a 2 (Deathknell Berserker, Bloodsky Berserker, Axgard Cavalry, Immersturm Raider, Fearless Liberator, Frenzied Raider ) e 3 (Tuskeri Firewalker, Breakneck Berserker, Dwarven Reinforcements) e pump spell come Run Amok o equipment come Raven Wings.

Karfell Kennel-Master ci permette di forzare dei danni o di uccidere alcune creature del nostro oppo se vuole bloccare.

In questo archetipo sono giocabili anche alcune creature che costano 4 o più, soprattutto se abbiamo Axgard Cavalry per dargli rapidità (Craven Hulk, Hagi Mob che “scomba” con Rune of Mortality)

UR Giant Wizard

Questo archetipo sembra più di controllo, con spell che fanno card advantage e un buon numero di rimozioni.

Aegar, the Freezing Flam è un buon motivo per muoversi in questo archetipo (se scambia con un 3/2 ci fa pescare una carta). Anche la saga uncommon, Invasion of the Giants è molto forte in questo archetipo, visto che ci aggiusta le pescate e ci permette di giocare Cinderheart Giant già a turno 4. La terra UR Surtland Frostpyre non è la migliore, ma considerando che nel mazzo avremo solo creature grosse questa terra può uccidere qualche creatura del nostro avversario. È vero che l’avversario sa che prima o poi arriverà un Pyroclasm, ma può permettersi di non giocare le sue creature mentre noi continuiamo ad ammassare giganti?

La saga rara Battle of Frost and Fire è fortissima in questo archetipo, visto che permette di ripulire il campo di battaglia dell’avversario e poi di aggiustarci le pescate in cerca di un nostro ciccione.

Un grande payoff per essere Giant è Basalt Ravager (possiamo fare danno a qualsiasi target, quindi anche al nostro avversario per chiudere la partita quando siamo in stallo).

In questo archetipo Squash dà il meglio di sé, soprattutto se unito a Aegar, the Freezing Flam.

Carte da non sottovalutare sono Mistwalker(essendo uno shapeshifter è anche un gigante), Frostpyre Arcanist, Glimpse the Cosmos e tutti i peschini e rimozioni.

WR Auras/Equipment

Koll, the Forgemaster vuole un mazzo pieno di equipaggiamenti e auree (comprese le rune). Questa carta è un ottimo motivo per spingerci verso questo archetipo, poiché rende le nostre creature praticamente immortali.
La saga uncommon Forging the Tyrite Sword invece fa un po’ schifo, visto che i primi 2 capitoli sono abbastanza scarsi; però se abbiamo Halvar, God of Battle, Dwarven Hammer o Valkyrie’s Sword acquista molto valore.
La saga rara Showdown of the Skalds in un mazzo aggro è molto forte: ci svuotiamo la mano, giochiamo lei e per 2 turni abbiamo la possibilità di pompare le nostre creature (sia con le 4 carte rivelate sia con quelle pescate di turno)

Anche la terra Axgard Armory ci incentiva a draftare auree ed equip, visto che ci permette di prenderli entrambi!

Considerando che vogliamo giocare equipment e auree non dobbiamo sottovalutare Tormentor’s Helm, che ci permette di forzare dei danni nell’early game (non è male neanche in BR insieme a Deathknell Berserker). Anche Rune of Speed in questo archetipo ci sta molto bene, visto che possiamo incantare Tormentor’s Helm e dare +2/+1 e rapidità ad ogni creatura che giochiamo al solo costo di 1 mana o metterla su Raven Wings. In particolare se abbiamo la possibilità di pickare abbastanza presto Runed Crown direi che vale la pena pickare tutte le rune dei nostri colori. Dwarven Hammer molto forte (non solo in questo archetipo), poiché trasforma ogni nostra creatura in una fastidiosa minaccia.
Visto che avremo molti modi per potenziare le nostre creature questo vuol dire che ci possiamo accontentare di qualsiasi drop a 1-2-3 (anche un Battlefield Raptor può portarci presto alla vittoria!). La cosa complicata di questo archetipo è trovare il giusto equilibrio tra creature, rimozioni e auree/equipment.

SNOW

Questo archetipo vede il verde come colore principale, accompagnato da uno o più colori. Ricordiamo che in ogni pacchetto la terra base è sostituita da una terra innevata (base o doppia).

Col verde possiamo rampare grazie a Sculptor of Winter e Glittering Frost o fixare i colori con Horizon Seeker (possiamo prendere una terra base innevata) e Path to the World Tree. Replicating Ring va bene in qualsiasi mazzo snow, ma dà il meglio di sé in una strategia ramp.

Icehide Troll inizialmente può essere una buona creatura difensiva se possiamo lasciare 2 mana innevati stappati e nel late game si trasforma in una possibile winning condition. Boreal Outrider è un’ottima carta, visto che tutte le nostre creature entreranno con +1+1 e Spirit of the Aldergard rischia di essere anche un 5/4 a costo 4.

Narfi, Betrayer King è una buona carta da giocare in un mazzo snow, ma la sua abilità di dare +1+1 agli zombie può risultare utile anche in un mazzo UB con molti Shapeshifter e Zombie.

Moritte of the Frost si può giocare in qualsiasi mazzo UG ed è comunque forte, ma ha dei bonus in un mazzo che vuole avere permanenti innevati.

La saga uncommon UG The Three Seasons è decisamente forte: il secondo capitolo ci fa riprendere ben 2 permanenti innevati, quindi anche le terre se ci servono. La terra Littjara Mirrorlake è simile a Moritte, quindi se ci capita di poterla pickare lo facciamo volentieri.

La saga rara The Bears of Littjara ci incentiva a draftare molti shapeshifter, quindi non per forza un archetipo Snow; guardando le creature UG troviamo però pochi shapeshifter, molti dei quali non sono un granché.

In tutti questi mazzi blu è molto forte Pilfering Hawk per filtrare le nostre pescate, Frost Augur per farci pescare una carta ogni tanto, Avalanche Caller e Icebind Pillar per farci guadagnare tempo.

Se invece il nostro mazzo innevato è a base nera ci sono carte carine come Grim Draugr, che in early game può scambiare con una creatura dell’avversario, mentre in late game possiamo usare la sua abilità più di una volta per chiudere in fretta la partita. Priest of the Hunted Edge è una buona creatura difensiva che si trasforma in un removal nel momento in cui abbiamo molte terre innevate in gioco; il suo unico difetto è che contro le creature con Boast è molto scarso.
Hailstrom Valkyrie ci permette di chiudere le partite in pochi attacchi.
Motivi per andare nero in un mazzo snow li troviamo nelle sue rare: Blood on the Snow e Jorn, God of Winter giocato nel lato Kaldring, the Rimestaff.

Se al verde vogliamo affiancare il rosso possiamo trovare Svella, Ice Shaper che ci permette di rampare e soprattutto di splashare altri colori. Ottima la rimozione Frost Bite se riusciamo a fare 3 danni la maggior parte delle volte. Se riusciamo a rampare anche la saga Waking the Trolls può farci vincere in fretta la partita.

È importante sottolineare come bianco e rosso praticamente non si curano di avere terre innevate, quindi spesso le vedremo girare al “tavolo”; pickarne un paio per poi prenderle con Horizon Seeker e Path to the World Tree è una buona strategia.

La cosa più complicata nel draftare questo archetipo è sapere quando pickare una terra innevata al posto di una spell che ci può far comodo. Se però cominciamo a tagliare le terre innevate molto presto, i giocatori alla nostra sinistra si renderanno conto che l’archetipo è chiuso e ci agevoleranno in seconda busta. Lo stesso vale al contrario: se ci accorgiamo che le terre innevate non girano, allora qualcuno alla nostra destra sta facendo questo archetipo e noi dovremo puntare su altro.

GB Elves

Harald, King of Skemfar è una buona creatura in questo archetipo, ma dobbiamo giocare davvero molti elfi per non missare con la sua abilità. La saga Binding the Old Gods invece è molto molto forte (con il secondo capitolo possiamo prendere una foresta innevata o anche una dual innevata!). Il terzo capitolo è bellissimo se unito a Fynn, the Fangbearer. La saga rara Harald Unites the Elves invece ci spinge proprio verso questo archetipo e ci incentiva a draftare quanti più elfi possibile.
La terra Skemfar Elderhall è giocabile, ma niente di entusiasmante.

Gli elfi interessanti che troviamo in questa espansione sono Elderleaf Mentor, Guardian Gladewalker, Grizzled Outrider, Boreal Outrider (se abbiamo delle terre innevate), Realmwalker, Elvish Warmaster, Skemfar Avenger.
In questo archetipo però sono giocabili carte come Mammoth Growth, King Harald’s Revenge e Struggle for Skemfar.

In generale questo archetipo non sembra molto forte, ma rispetto a WG ha il vantaggio che molte sue spell non si sovrappongono a quelle di altre strategie.

GW

Il verde ha carte prevalentemente per il mazzo snow e poche trovano spazio altrove. Quello che vuole fare questa combinazione è giocare delle creature bianche in curva e supportarle con delle pump spell (Mammoth Growth, King Harald’s Revenge).

Maja, Bretagard Protector ci va capire che questo archetipo vuole giocare molte creature e quindi scurvare con un drop ogni turno. Il problema è che in sé è una carta fragile che difficilmente attaccherà.

La saga uncommon Fall of the Impostor è molto forte in questo caso, permettendo alle nostre creature di attaccare sempre e rimuovendo il suo pezzo più forte (se se lo vuole tenere in mano meglio per noi, vuol dire che sul campo di battaglia ci sono creature piccole e possiamo attaccare senza problemi). Anche la terra Bretagard Stronghold spinge a pensare che questo archetipo vuol solo fare delle creature in curva e poi pomparle.

Il problema di questo archetipo è che spartisce delle creature con WB double spell, UW Foretell e WR Aggro e in più sembra quello con un power level più basso.

CONCLUSIONI

In conclusione mi sembra di aver coperto gli archetipi più presenti e che verranno fuori con più probabilità. Tra quelli elencati i migliori mi sembrano UW Foretell, Gx Snow e BR aggro, mentre i peggiori GB Elves e GW.

Questa volta però non sono per niente sicuro, visto che ci sono così tante possibilità che è molto difficile valutare un archetipo senza averlo visto in azione!

Se invece siete interessanti anche al costruito il famosissimo streamer Crokeyz ha già postato qualche lista sul suo account twitter e sicuramente le proverà appena l’espansione sarà disponibile su Arena.